La cristalleria

La cristalleria Rientrano nella cristalleria tutti gli oggetti del servizio di ristorante fatti di vetro o cristallo: i principali sono i bicchieri, le coppe e le cara e. La di erenza fra vetro e cristallo sta nel fatto che, per produrre il cristallo, si aggiunge come minimo il 24% in peso di piombo all impasto del vetro: ciò rende il prodotto nale più lucente e resistente, ma anche più costoso e delicato. Gli oggetti di vetro possono essere fatti di: vetro di soda o vetro comune, che è trasparente e con ri essi verdognoli; vetro da lavorazione, simile al vetro comune, ma caratterizzato da una quantità di ossido di ferro maggiore e per questo più resistente; vetro ne o mezzo cristallo, che è duro, discretamente sonoro e incolore. Gli oggetti di cristallo possono essere di: cristallo di Boemia, trasparente, non molto duro e brillante, adatto ai servizi da tavola eleganti; cristallo inglese, che è pesante, incolore, molto resistente, e rifrange molto la luce con bellissime sfumature di colore, adatto a servizi di lusso. Il bicchiere I bicchieri possono essere di due tipi: a calice, cioè sorretti da uno stelo e con un piede; gotti, cioè senza gambo e a bocca larga. A seconda della loro forma e della loro dimensione vengono impiegati, ciascuno, per un tipo di bevanda ( pag. 232 e pag. 346): acqua, bibite o succhi, vino, birra, liquori e distillati. In linea generale, i bicchieri a calice sono usati per il vino, mentre i gotti per l acqua e le bevande analcoliche. Vediamo alcune informazioni tecniche essenziali sui principali tipi di bicchieri. the glass la copa le verre das Glas I bicchieri a calice hanno uno stelo e un piede, mentre i gotti sono senza gambo e hanno una bocca larga. POSATE, BICCHIERI, PIATTI E ACCESSORI DI SALA CAPITOLO 2 117

Qualità in Sala
Qualità in Sala
Per il primo biennio. DEMO: UDA 2 - L’organizzazione delle risorse