La luce del futuro - volume B

I generi UNIT 7 Una poesia di denuncia Narrare in versi Alla sera, finalmente, i due coniugi passeranno qualche ora insieme? Il protagonista lo vorrebbe tanto e, dopo la cena, animata dai battibecchi dei figli, invita teneramente la consorte: Adesso resta un poco con me (v. 48). Ora Nessuno ci corre dietro (v. 49), dice, con una frase fatta che esprime tutta la pena per l affannarsi continuo della moglie. Ma perché, all invito del compagno, la donna non si ferma? Come mai, nonostante entrambi abbiano lavorato con virtù (v. 65), si sentono soli (v. 63) e senza felicità (v. 65)? La risposta risiede in un avverbio: macchinalmente (v. 50), automaticamente, lei persiste nelle faccende per preparare l indomani e quindi, anche ora (v. 60), si allontana da lui. Non è più innamorata? Eppure, proprio nel costante affaccendarsi perché tutto ricominci (v. 56), vediamo la sua dedizione al progetto familiare. Il poeta ci mostra, nel comportamento compulsivo della moglie, il modo in cui la mente umana può essere influenzata nel profondo dai meccanismi produttivi: siamo spinti ad agire come macchine e non riusciamo, come invitavano gli antichi, a cogliere l attimo, che sempre rimandiamo. Ci consolano il ristoro del sonno, come fossimo affrante bestiole (v. 57), e l illusorio inganno (v. 71) che, poco prima di dormire, ci fa credere che il meglio (v. 70) arriverà in futuro. LABORATORIO SUL TESTO COMPRENDERE 1. Quando la vita fugge via. Quali sono le ore migliori di cui parla il poeta? a Le ore del mattino, subito prima di cominciare a lavorare. b Le ore della sera, poco prima di andare a letto. 1) ossimoro 2) anafora 3) metafora 4) sinestesia 5) sineddoche 6) chiasmo c Le ore dei pasti: il pranzo e la cena. d Tutte le ore della giornata. e Le ore del sonno. 2. La scure del profitto. Così non riconosci l inganno / di chi ci ha fatti a servire (vv. 71-72). A chi o a che cosa fa riferimento il poeta? ANALIZZARE E INTERPRETARE PARLARE E SCRIVERE BENE 5. Discorso diretto e indiretto. Lascia così suggerisco penserai domattina a tutto. Adesso resta un poco con me (vv. 46-48). Trasforma il discorso diretto in discorso indiretto: comincia con Egli le suggerì . Fai attenzione ai tempi verbali e aggiungi, dove è opportuno, espressioni come aggiunse , o disse anche o analoghe. 3. Ora dopo ora. Il poemetto è diviso in tre parti, ciascuna composta da quattro sestine. Individua la corrispondenza tra le parti del poemetto e le ore della giornata. 4. Figure retoriche. Dai il nome alle seguenti figure retoriche scegliendo tra le opzioni: ce ne sono due in più. a) Bruciavano gli anni di gioventù (v. 21) b) allegramente spietate (v. 44) c) l odore del sonno (v. 53) d) Progredisce / la storia, infatti, ma il tuo lavoro / semplicemente ricomincia e finisce (vv. 4-6) 394 SCRIVERE PER 6. INDOSSARE I PANNI DI UN PERSONAGGIO Immagina di essere la moglie del poeta: scrivi una pagina di diario in cui riassumi la tua giornata e spiega come ti senti alla sera.

La luce del futuro - volume B
La luce del futuro - volume B
Poesia e teatro