Attivamente Junior

01 attivamente 2 OK.qxp_Layout 1 09/02/22 16:08 Pagina 103 2. Le capacità coordinative 3. Classi cazione delle capacità coordinative le capacità coordinative si dividono in capacità coordinative generali e capacità coordinative speciali. Capacità coordinative generali Capacità di apprendimento motorio: consente all individuo di apprendere nuovi movimenti e di farli propri attraverso la correzione e la ripetizione. limitato allo stadio della coordinazione grezza no ai 3 anni, per poi incrementare repentinamente dai 7 ai 10 proseguendo no ai 13 anni, quando si avvertirà una stasi dell apprendimento a causa dello sviluppo. Riprenderà dopo i 15 anni per e etto dell aumento della forza, della rapidità e del controllo. In senso assoluto, l apprendimento motorio è elevato nel bambino e aumenta con l allenamento, mentre regredisce nell età adulta. Capacità di controllo motorio: il soggetto è in grado di controllare i movimenti. Si sviluppa a partire dai 5 anni, raggiunge il suo picco tra i 7 e i 10. Capacità di adattamento e trasformazione del movimento: rappresenta l abilità di mutare il proprio gesto motorio, rendendolo e cace nel più breve tempo possibile, in relazione a nuove e imprevedibili condizioni ambientali. Capacità coordinative speciali Capacità di ritmizzazione: è la capacità di adattarsi a un ritmo esterno o a quello di un compagno. Esempio: nel ballo, dove si adeguano i movimenti al ritmo, negli scatti (variazioni di velocità), nella corsa o nel ciclismo. Capacità di di erenziazione spazio-temporale: è la capacità di adattare un movimento nelle traiettorie, distanze e velocità al ritmo più giusto. Esempio: nelle partite di pallavolo, quando si eseguono i fondamentali (il palleggio, bagher ecc.) oppure la rincorsa per fare muro all azione di schiacciata. Capacità di orientamento: è la capacità di modi care i movimenti del corpo rispetto a oggetti o persone. Esempio: correre in uno spazio de nito con i compagni e al segnale stop dell insegnante fermarsi in modo che tutti siano alla distanza stabilita precedentemente (per esempio, tutto il campo deve essere occupato omogeneamente). Capacità di anticipazione motoria: è la capacità di prevedere l andamento e l evoluzione di un azione e di programmare di conseguenza una nuova azione. Esempio: riuscire a intercettare una palla che due compagni si lanciano, fare una nta per superare un avversario. finta = simulazione di un movimento per ingannare o disorientare l avversario 103

Attivamente Junior
Attivamente Junior
CAPITOLO DEMO: 2. Mi osservo e mi metto in gioco