Dai fatti alla Storia - volume 1

La trasformazione dell Europa | CAPITOLO 1 Aratro pesante, miniatura francese del Trecento. Aratro leggero, miniatura spagnola del Duecento. LA ROTAZIONE TRIENNALE A queste innovazioni, di non poco conto per quell epoca, se ne aggiunse un altra che ebbe notevole peso nella successiva fase di produzione agricola: l adozione della cosiddetta rotazione triennale, che si andò lentamente affermando in particolare nell Europa centro-settentrionale. In precedenza, per non sfruttare eccessivamente il terreno, si usava coltivarne solo una parte ad anni alterni (rotazione biennale), per cui metà di un podere un anno veniva seminata e l anno successivo stava a riposo, a maggese, in modo da riacquistare maggiore fertilità. Questo sistema, però, rendeva inutilizzabile metà della superficie disponibile. Con il sistema della rotazione triennale si riusciva, invece, a coltivare due terzi del campo e solo un terzo restava a riposo. Le parti coltivate producevano prodotti diversi: una zona era solitamente coltivata a segale o frumento, cioè cereali che si seminavano in autunno e costituivano la base dell alimentazione per i contadini; l altra veniva seminata in primavera ed era riservata ad avena o orzo, che servivano anche per il foraggio degli animali, oppure a piante leguminose (piselli, fave), utili anche a ricostituire la fertilità del terreno. Ogni anno forniva dunque due raccolti. Il più visibile effetto della rotazione triennale fu l aumentata disponibilità di cibo sia per gli uomini sia per gli animali. A sua volta, la maggiore presenza di animali significava più forza lavoro a disposizione degli uomini. Dalla crescita delle superfici coltivate e dall introduzione di più efficaci tecniche e sistemi produttivi derivò dunque una serie di conseguenze positive: si ebbero più risorse alimentari che permisero una migliore nutrizione; si ridussero quindi le malattie e la mortalità; di conseguenza ci fu un ulteriore aumento della popolazione; tale aumento favorì la nascita di nuovi insediamenti abitativi e villaggi. Rotazione biennale semina terra a riposo (maggese) Rotazione triennale semina autunnale (frumento o segale) semina primaverile (avena, orzo, piselli, ceci, fave ) terra a riposo (maggese) 41 77636R_0000E01_INTE_BAS@0041.pgs 15.09.2021 14:31

Dai fatti alla Storia - volume 1
Dai fatti alla Storia - volume 1
Dal Medioevo all'Età moderna