APPROFONDIAMO - SCIENZA E TECNOLOGIA - L’aratro

SEZIONE A | RINASCITA E CRISI DELL EUROPA MEDIEVALE Lo strumento determinante in questo processo di rinnovamento fu l aratro pesante (> A ), chiamato anche carruca, cioè carro , perché montato su ruote. Il maggiore peso dell aratro in ferro rese necessario il miglioramento del sistema di traino: si abbandonò la cinghia, che stringeva il collo dei buoi rischiando di soffocarli, e si introdusse il collare rigido che premeva, invece, sulla spalla e sul petto dell animale. Questo nuovo metodo consentì, specialmente nell Europa centro-settentrionale, di sostituire nelle operazioni di aratura i buoi con un animale più veloce e forte quale il cavallo, a cui fu praticata la ferratura degli zoccoli per evitare che si consumassero. La maggiore richiesta di ferro ne favorì l estrazione dalle miniere del Nord e del Centro Europa, cui si accompagnarono importanti progressi nella costruzione dei forni per fonderlo. APPROFONDIAMO SCIENZA E TECNOLOGIA L ARATRO lo strumento classico, usato fin dai tempi più remoti per rompere e smuovere la superficie del terreno per la coltivazione. Tutti gli aratri sono sempre costituiti da tre parti caratteristiche: Gli organi lavoranti di un aratro a versoio sono: il timone o bure 1 , che serve per applicarvi la forza trainante; il vomere 4 , una piastra di forma trapezoidale in grado di eseguire il taglio della zolla di terreno lungo una direzione parallela al piano di campagna; la stiva o stegola 2 , che viene afferrata dall uomo per la guida dell aratro; il corpo lavorante, che serve per smuovere e talora rivoltare il terreno. La parte destinata a rivoltare la terra, chiamata versoio, il coltro e le ruote si trovano nei tipi più recenti e perfezionati, come appunto l aratro pesante, e la loro introduzione rappresenta un importante tappa nello sviluppo e nell adattamento di questo strumento ai diversi climi e terreni. il coltro 3 , un coltello in grado di eseguire il taglio della zolla di terreno lungo una direzione perpendicolare al piano di campagna; il versoio 5 , una piastra di forma cilindrica o elicoidale che serve a rivoltare la zolla di terreno appena tagliata. L aratro pesante era di difficile manovrabilità, perciò si usava ridurre il numero di volte in cui occorreva girarlo per invertire la direzione. Questo spiega perché nell Europa centro-settentrionale erano più comuni i campi stretti e lunghi mentre nella fascia meridionale, dove era ancora in uso l aratro romano, prevalevano quelli a forma quadrata e più larga. 2 1 3 5 4 40 77636R_0000E01_INTE_BAS@0040.pgs 15.09.2021 14:31

Dai fatti alla Storia - volume 1
Dai fatti alla Storia - volume 1
Dal Medioevo all'Età moderna