4 MOVIMENTI DI RIFORMA E CHIESE NAZIONALI

Il tramonto dei poteri universali | CAPITOLO 8 con l affermazione delle teorie conciliariste. Fu stabilita l obbedienza di tutti, anche del papa, ai decreti del concilio, al quale spettava dettare le regole della vita di tutta la Chiesa e vigilare sulla correttezza della funzione pontificia. Nel 1417 i tre papi furono deposti e venne eletto il cardinale Oddone Colonna con il nome di Martino V, che ristabilì a Roma l unica sede pontificia. RICAPITOLANDO STUD IO ATTIV O 1 Quali eventi portarono all elezione di due papi, a Roma e ad Avignone? 2 Come era concepita la Chiesa da Guglielmo di Ockham? 3 Completa la mappa sullo SCISMA D OCCIDENTE. Nomina di Clemente VII che si insedia ad Elezione di che si insedia a Roma Concilio di Fallimento: tre papi contemporaneamente 4 La repressione dei lollardi in una stampa seicentesca inglese di ispirazione antipapale. Lollardo Dall inglese lollard, mormorare , pregare e cantare a bassa voce . Il termine è stato utilizzato probabilmente in segno di spregio. Concilio di Costanza dei tre papi Elezione di Fine dello scisma MOVIMENTI DI RIFORMA E CHIESE NAZIONALI WYCLIF E I LOLLARDI Mentre era in corso lo scisma si vennero organizzando in più zone d Europa diversi movimenti di origine popolare all insegna del rinnovamento spirituale per una concreta riforma della Chiesa. Le aspirazioni religiose si coniugarono con rivendicazioni di tipo politico-sociale, confluendo in una miscela esplosiva che mise a nudo sia le difficoltà sociali dei ceti più poveri, sia la radicale crisi attraversata dai poteri universali. Come per i movimenti dell XI-XII secolo, anche questi si ispirarono nella loro azione all idea di un ritorno alla povertà evangelica accusando la Chiesa di essere assetata di denaro e abbrutita dalla corruzione. In questa direzione andava, in Inghilterra, la predicazione di John Wyclif (o Wycliffe), teologo di Oxford, molto critico verso la mondanizzazione della Chiesa e i suoi privilegi. La sua teoria, elaborata sulla base di riferimenti dottrinali, negava la validità della struttura gerarchica ecclesiastica. Egli sosteneva che l unica vera guida dei cristiani doveva essere la Scrittura e per questo motivo si impegnò a tradurre la Bibbia in inglese (1382), affinché potesse essere compresa da tutti. In questa ottica non avevano quindi più legittimità i decreti della Chiesa, né la sua gerarchia, né le sue imposizioni religiose o di altra natura. Le idee di Wyclif sconvolgevano l ortodossia cattolica e furono condannate come eretiche. Ebbero, tuttavia, un notevole seguito grazie all opera dei suoi discepoli, detti lollardi o poveri predicatori , che le diffusero incitando i fedeli a leggere e interpretare i testi sacri senza la mediazione del clero. Per la loro carica egualitaristica le idee di Wyclif esercitarono una forte influenza sulle rivolte contadine inglesi del 1381 (> C7.2). 209 77636R_0000E01_INTE_BAS@0209.pgs 15.09.2021 15:38

Dai fatti alla Storia - volume 1
Dai fatti alla Storia - volume 1
Dal Medioevo all'Età moderna