LA FONTE - La bolla Unam Sanctam

Il tramonto dei poteri universali | CAPITOLO 8 LA FONTE La bolla Unam Sanctam Espressione più evidente della visione teocratica di Bonifacio VIII, il testo papale sostiene esplicitamente che il potere spirituale, e quindi la Chiesa, è superiore a quello temporale. Le argomentazioni riprendono le tesi già esposte, un secolo prima, da Innocenzo III contro l Impero. Il tono duro e perentorio del documento mostra l indisponibilità di Bonifacio a comprendere ciò che stava mutando: l avversario non era più un potere universale ma astratto come quello imperiale, ma un regno, quello di Filippo IV, capace di costruire una forza effettiva, tale da permettergli di essere parte della christianitas ma a non sottomesso all all autorità autorità papale. p pa pa p le. Che ci sia una ed una sola Santa Chiesa Cattolica ed Apostolica noi siamo costretti a credere ed a professare, spingendoci a ciò la nostra fede, e noi questo crediamo fermamente e con semplicità professiamo, ed anche che non ci sia salvezza e remissione dei nostri peccati fuori di lei [ ]. Perciò in questa unica e sola Chiesa ci sono un solo corpo ed una sola testa, non due, come se fosse un mostro, cioè Cristo e Pietro, vicario di Cristo e il successore di Pietro; perché il Signore disse a Pietro: «Pasci il mio gregge . «Il mio gregge Egli disse, parlando in generale e non in particolare di questo o quel gregge; così è ben chiaro, che Egli gli affidò tutto il suo gregge [ ] perché il Signore dice in Giovanni che c è un solo ovile, un solo e unico pastore. Noi sappiamo dalle parole del Vangelo che in questa Chiesa e nel suo potere ci sono due spade, una spirituale, cioè, ed una temporale, perché, quando gli Apostoli dissero: «Ecco qui due spade che significa nella Chiesa, dato che erano gli Apostoli a parlare il Signore non rispose che erano troppe, ma che erano sufficienti. [ ] Quindi ambedue sono in potere della Chiesa, la spada spirituale e quella materiale; una invero deve essere impugnata per la Chiesa, l altra dalla Chiesa; la seconda dal clero, la prima dalla mano di re o cavalieri, ma secondo il comando e la condiscendenza del clero, perché è necessario che una spada dipenda dall altra e che l autorità temporale sia soggetta a quella spirituale. [...] Ma è necessario che chiaramente affermiamo che il potere spirituale è superiore ad ogni potere terreno in dignità e nobiltà, come le cose spirituali sono superiori a quelle temporali. [...] Perciò se il potere terreno erra, sarà giudicato da quello spirituale; se il potere spirituale inferiore sbaglia, sarà giudicato dal superiore; ma se erra il supremo potere spirituale, questo potrà essere giudicato solamente da Dio e non dagli uomini. [ ] F. Gaeta, P. Villani, Documenti e testimonianze, Principato, Milano 1973 Riaffermando l unità e l unicità della Chiesa Bonifacio VIII riprende i punti fondamentali della dottrina teocratica di Innocenzo III. Altrettanto fermo è l altro principio che non vi sia alcuna salvezza al di fuori della Chiesa. L interpretazione dei passi evangelici sottolinea il carattere dell universalità della Chiesa: il pontefice è un pastore universale, la cui funzione gli deriva dall imperativo che Cristo rivolse direttamente a Pietro e quindi ai suoi successori. Entrambe le spade sono state affidate alla Chiesa, che dovrà esercitare la sua potestà direttamente con la spada spirituale e indirettamente con la spada temporale. Questa interpretazione della metafora evangelica era stata originariamente elaborata da Bernardo di Chiaravalle nel XII secolo. L autorità temporale, affidata ai re, deve essere sottoposta a quella spirituale perché non esiste un potere se non quello derivante direttamente da Dio, che è il fondamento della superiorità del potere spirituale rispetto a ogni potere terreno. INTERROGHIAMO LA FONTE 1 Ricostruisci le elaborazioni dottrinali di Bernardo di Chiaravalle e di Innocenzo III alla base delle idee espresse dalla bolla. 2 Quale concezione ha voluto affermare il papa con l espressione secondo cui «è necessario che una spada dipenda dall altra ? 205 77636R_0000E01_INTE_BAS@0205.pgs 15.09.2021 15:38

Dai fatti alla Storia - volume 1
Dai fatti alla Storia - volume 1
Dal Medioevo all'Età moderna