LETTURA D’OPERA - Gli effetti del Buon Governo di Ambrogio Lorenzetti

LETTURA D'OPERA - COMPRENDI E APPREZZA

GLI EFFETTI DEL BUONGOVERNO

di Ambrogio LORENZETTI

1

OSSERVA

2

CHE COSA STAI GUARDANDO?

Il soggetto L’affresco di Ambrogio Lorenzetti raffigura, con un linguaggio colto e raffinato, gli effetti del Buon Governo, cioè il clima sereno e costruttivo che si crea all’interno di una città ben governata.


La storia L’opera fa parte di un ciclo di affreschi commissionato dal governo della città di Siena per ricordare a chi esercita il potere di avere sempre come obiettivo il bene comune. Nonostante i numerosi restauri, l’affresco oggi presenta parti visibilmente deteriorate.

3

LEGGI L'OPERA

La città che Ambrogio dipinge è un centro ricco e operoso, in continua crescita ed espansione, come sottolinea il cantiere collocato nella parte alta sulla destra.

colori utilizzati sono realistici: basti osservare la pavimentazione della piazza, che rimanda alle tonalità delle terre di Siena.


 A  Nella parte inferiore dell’affresco, a sinistra, una fanciulla viene accompagnata da due giovani fuori città in sella al suo cavallo bianco. La ragazza porta una corona sul capo perché sta andando a sposarsi.

In secondo piano, si vedono scorci di strade, piccole piazze e tante botteghe che espongono le merci sui banchi di legno.


 B  Al centro è dipinta una piazza, cuore della vita della città, popolata da vari personaggi: in primissimo piano emerge un gruppo di fanciulle che danzano al ritmo del tamburello, con abiti leggeri e svolazzanti. Ognuna di loro sfoggia un tessuto diverso e prezioso. Accanto, un uomo e il suo mulo, rappresentati di spalle, si avvicinano alla bottega del calzolaio, nella quale vediamo tre persone intente alle proprie attività.

 C  Nella parte superiore viene rappresentata, con una particolare attenzione alla profondità, la complessità urbanistica della città di Siena, riconoscibile da molti elementi: primi tra tutti il campanile bicromo e la cupola del duomo all’estrema sinistra, e a seguire palazzi e case addossati, case-torre e case con merlature.

 D  Nella campagna, oltre le mura, si vedono sullo sfondo campi coltivati e, in primo piano, contadini impegnati nel loro lavoro. Gli agricoltori sono intenti alle attività più varie (l’aratura, la semina, la raccolta, la mietitura e la battitura del grano): è quindi una rappresentazione idealizzata in cui il pittore riunisce insieme attività che si svolgono in momenti diversi dell’anno. La porta della città non è visibile, ma ne intuiamo la presenza dal vivace movimento di persone e merci che la attraversa.

InsegnArti - volume B
InsegnArti - volume B
Storia dell'arte