LETTURA D’OPERA ATTIVA - San Martino divide il mantello con il povero di Simone Martini

LETTURA D’OPERA ATTIVA – COMPRENDI E APPREZZA

SAN MARTINO DIVIDE IL MANTELLO CON IL POVERO

di Simone MARTINI

1

OSSERVA

2

CHE COSA STAI GUARDANDO?

Il cardinale Gentile da Montefiore commissiona a Simone Martini la decorazione della cappella di San Martino, nella Basilica inferiore di San Francesco ad Assisi (▶ p. 179). L’artista realizza un ciclo di affreschi con i momenti più significativi della vita di san Martino. Quest’ultimo, nato nel IV secolo in Pannonia (attuale Ungheria), da giovane abbandonò la carriera militare per abbracciare la vita religiosa.

3

LEGGI TU L’OPERA

L’affresco raffigura il momento che segna la conversione di san Martino: il santo cavaliere dona metà del suo mantello a un povero infreddolito incontrato per la strada. Martino è al centro su un cavallo bianco che, voltatosi verso sinistra, solleva la zampa accennando un movimento. Sulla sinistra è collocato il povero, vestito di abiti laceri. Il mantello è tenuto da san Martino da una parte e dal povero, con la mano destra, dall’altra. La scena è ambientata all’esterno della città di Amiens, che dallo sfondo a sinistra contribuisce a mettere in risalto i colori brillanti e lo stile elegante dell’opera; inoltre evidenzia la tridimensionalità sia dei personaggi sia del cavallo.

       Rispondi alle domande.
• Che cosa indossa san Martino? Dove volge lo sguardo?
• Che cosa sta per fare il santo? Quale strumento utilizza?
• Con quale colore viene realizzato lo sfondo? Ti ricorda qualche opera che hai visto nelle pagine precedenti?
• L’aspetto dei volti e dei corpi dei personaggi è realistico? Come ti sembrano le pose del corpo e le espressioni del viso?

InsegnArti - volume B
InsegnArti - volume B
Storia dell'arte