T11 Nostalgia (da L’allegria)

Focus sull autore | UNGARETTI T11 Nostalgia TRATTO DA L allegria, 1931 METRO versi liberi Audio LETTURA Uno struggente ricordo parigino affiora improvviso in trincea e rapisce il poeta. Torna nella mente un alba cinerea, vista da un ponte sulla Senna, accanto a una ragazza silenziosa. Locvizza* il 28 settembre 1916 5 Quando la notte è a svanire poco prima di primavera e di rado qualcuno passa Su Parigi s addensa un oscuro colore di pianto 10 15 PAROLA DI Svanire Le parole, a differenza delle strade, non sono mai a senso unico. Svanire, per esempio, che significa dileguarsi, sparire a poco a poco , ha molte sfumature diverse. Aprendo una finestra, può svanire l odore di chiuso; al contrario, può svanire un profumo se si lascia aperto un flacone o l aroma del caffè se si dimentica di chiudere il barattolo. Possono svanire anche le speranze, l allegria ma anche la tristezza. I latini usavano molto il detto svanire come neve al sole per rendere l immagine di qualcosa che finisce inesorabilmente. In un canto di ponte contemplo l illimitato silenzio di una ragazza tenue Le nostre malattie si fondono E come portati via si rimane Giuseppe Ungaretti, Vita d un uomo. Tutte le poesie, a cura di L. Piccioni, Mondadori, Milano 1992 * Locvizza: località del Carso, teatro di aspri combattimenti. 2. è a svanire: sta per svanire, lasciando il posto all alba. 9. In un canto: in un angolo. 12. illimitato: infinito. 14. tenue: dolce e fragile. 321

La luce del futuro - volume B
La luce del futuro - volume B
Poesia e teatro