APPROFONDIMENTO: L’Esposizione universale di Parigi del 1900

L ESPOSIZIONE UNIVERSALE DI PARIGI DEL 1900 Dalla metà dell Ottocento nelle grandi città europee si tennero periodicamente grandi Esposizioni universali, che avevano lo scopo di esaltare lo sviluppo industriale e il ruolo dominante dei paesi occidentali nell economia mondiale: la prima fu quella di Londra del 1851. L Esposizione universale che si aprì a Parigi nell aprile del 1900 era dedicata al bilancio del secolo , l Ottocento. Iniziato con rivoluzioni, guerre e rivolgimenti sociali, sembrava ora terminare sotto i migliori auspici, con un periodo di pace, prosperità e progresso: il simbolo di questa nuova modernità fu la Torre Eiffel, progettata dall ingegnere Gustave Eiffel appositamente per l Esposizione. La maggior parte dei 40 paesi partecipanti era europea, ma erano presenti anche Cina, Giappone e Stati Uniti; i visitatori furono 50 milioni, un numero altissimo, se consideriamo che la Francia allora contava 40 milioni di abitanti. Protagoniste dell Esposizione furono le scoperte scientifiche e le invenzioni tecnologiche: il telefono, il motore a scoppio, i raggi X, gli ascensori e anche le armi, come l enorme cannone Krupp nel padiglione della Germania. Il Palazzo dell Elettricità, illuminato da 5000 lampade, celebrava l energia elettrica, che permetteva anche ai visitatori di spostarsi su un marciapiede mobile, il tapis roulant. Lo scrittore austriaco Stephan Zweig, dopo aver visitato l Esposizione, scrisse: «Che cosa poteva interrompere questa crescita? L Europa non era mai stata più forte, più ricca, più bella e non aveva mai creduto così fermamente in un futuro migliore . Cartolina che mostra la Torre Eiffel e i padiglioni dell Esposizione universale di Parigi del 1900. CAPITOLO 2 La nascita della società di massa 45

Ti racconto la Storia - volume 3
Ti racconto la Storia - volume 3
Dal Novecento a oggi. CAPITOLO DEMO: 5 - La Prima guerra mondiale