Attivamente Junior

01 attivamente 1 OK.qxp_Layout 1 11/02/22 11:44 Pagina 3 9. Io agisco in sicurezza Testi con glossario 1. Sicurezza significa aziende agricole impegnate nella col'vazione biologica e cer' cate come tali dagli en' pubblici. Oltre a garan'rci freschezza del prodo(o e minore uso di conservan', riducono i cos' di inquinamento dovu' al trasporto. 9. IO AGISCO IN SICUREZZA Q Non sprecare il cibo. Usa tu(o il cibo disponibile in casa e cerca di non bu(arlo mai. La quan'tà di cibo che i Paesi ad alto reddito sprecano con 'nuamente è molto elevata perché le persone non riescono a fare una giu sta previsione di ciò che occorre ed esagerano con gli acquis'. Questa situazione si complica nelle ci(à, dove le condizioni di vita costringono a rifornimen' famigliari periodici e più consisten'. Impara a preparare la quan'tà di cibo che pensi di mangiare, senza esagerare. Non sprecare cibo signi ca risparmiare le energie e le risorse impiegate nella catena che, dal campo o dalla produzione, porta gli alimen' no alle nostre tavole. inoltre un comportamento di gius'zia verso le persone che so rono la fame o la malnutrizione. 1. Sicurezza signi ca Sicurezza (dal la"no sine cura, senza preoccupazioni) è una parola del nostro quo"diano che può essere appli cata a diverse situazioni, ma in generale rappresenta una condizione priva di rischi o pericoli, sicura appunto. Essere al sicuro, però, oggi signi ca anche vivere bene in un ambiente sano e sostenibile che può essere realizzato grazie al programma dell Agenda 2030. Gli obie$vi dell Agenda sono molto impegna"vi, e gli Sta" da soli non ba stano per raggiungerli: le poli"che che possono essere a$vate non saranno mai in grado di cambiare le società se non saranno i ci#adini ad acquisire consapevolezza dei problemi e a modi care i loro comportamen". In de ni"va, ognuno deve fare la propria parte, nella convinzione che a poco a poco le trasformazioni si compiranno. Questa situazione coinvolge tu$, quindi tu$ dobbiamo cambiare, partendo dalle azioni e abitudini nella no stra vita quo"diana. Anche tu puoi modi care il tuo s"le di vita per realizzare uno sviluppo eco logico e sostenibile. Anche tu puoi essere protagonista dei cambiamen" che potranno salvare il pianeta Terra. ecologia = è la scienza che studia le relazioni tra l uomo, gli esseri viventi e l ambiente Il tuo contributo Ecco qualche semplice regola per contribuire, nella vita di ogni giorno, alla sostenibilità ambientale. Q Fa la raccolta di erenziata. Usa sempre gli apposi" cas sone$, separando carta, plas"ca, vetro e la$ne, secondo quanto stabilito dalle regole del tuo comune. Il riciclo dei materiali è una risorsa preziosa. Un esempio? Il pile , un tessuto molto di uso, sopra#u#o nell abbigliamento spor"vo, si ricava dal riciclo delle bo$glie di plas"ca. RIDURRE Riduci lo spreco sia alimentare sia degli altri generi di consumo. Q Preferisci cibi sani e a km 0. Tu#e le produzioni chia mate biologiche riducono o annullano l u"lizzo di con cimi chimici e an"parassitari, rispe#ando i cicli naturali della col"vazione. Hanno un costo superiore, ma sono preferibili per l ambiente e la nostra salute. I cibi cosidde$ a km 0, invece, sono quelli che provengono da territori vicini al luogo in cui viviamo. Sono prodo$ da RICICLARE 3R Recupera i materiali e gli oggetti che possono avere una nuova vita . RIUTILIZZARE Cerca di riutilizzare i prodotti che possono essere recuperati. Un libro agile e operativo, con la spiegazione dei termini più complessi e la traduzione in inglese dei più importanti per la disciplina. Q Controlla la data di scadenza sulle e che e. Per legge, ogni alimento deve riportare la data di scadenza, che è più breve per i cibi freschi e più lunga per quelli secchi o conserva'. Oltre questa data, l alimento può al terarsi, perdere i valori nutri'vi o divenire tossico. Per essere un consumatore consapevole non dovres' acquistare alimen' che non sei sicuro di consumare entro la data di scadenza, per non essere poi costre(o a bu(arli. Esistono organizzazioni che si dedicano al recupero dei cibi in scadenza, garantendo il loro consumo immediato e trasformando così un probabile spreco in un comportamento solidale verso i più bisognosi. Q Non sprecare energia: non lasciare accese lampadine, apparecchi televisivi, radio, computer ecc. quando non li usi. Riduci il consumo: in commercio trovi lampadine a basso consumo energe'co che sono ugualmente e cien', consumano molto meno e, anche se più costose, durano più a lungo. Q Non sprecare l acqua: non lasciarla scorrere quando ' lavi, preferisci la doccia al bagno, cerca di riciclare l acqua dove possibile (per esempio, l ac qua usata per lavare le verdure può essere u'lizzata per anna are le piante). Non lasciare mai aper' i rubine) della doccia o dei lavandini negli spogliatoi della scuola e delle palestre. Q Riduci l u lizzo di sacche di plas ca ed evita di acquistare prodo) con un packaging realizzato con materiali poco riciclabili. Quando fai la spesa, porta con te una borsa di tela o comunque riu'lizzabile. Cerca di acquistare prodo) sfusi, evitando scatole e vasche(e: quando si ritorna dalla spesa e la si dispone nella dispensa e in frigorifero, si rimane spesso sorpresi dalla quan'tà di confezioni da bu(are. Q Usa carta riciclata: in commercio esistono prodo) e risme di carta o(enu' dal recupero di carta già usata. La qualità e il prezzo sono buoni. Adopera carta già usata (o stampata da un lato) per i tuoi appun', i tuoi disegni ecc. 194 consumatore consapevole = colui che acquista in base a criteri ambientali e sociali, in particolare la sostenibilità del processo produttivo e distributivo e la correttezza delle condizioni di lavoro della filiera packaging = imballaggio 195 5. Le capacità motorie Da seduto, appoggio la pianta di un piede contro la parte interna della coscia dell altra gamba, poi fletto il busto di lato. Allungo i muscoli della coscia e del dorso, estendendo tutto il busto lateralmente. Veri ca dei contenuti Appoggio l avampiede su un rialzo o un gradino e cerco di abbassare il tallone. Agisco sul polpaccio e sul tendine d Achille. Semplici domande di aiuto allo studio per veri care la comprensione dei concetti essenziali del testo. tendine d Achille = il nome di questo tendine, il più voluminoso e robusto del corpo umano, deriva dalla leggenda di Achille. Achille infatti morì per una ferita al calcagno, l unica parte del suo corpo che era vulnerabile perché non era stata toccata dallo Stige (o dal fuoco) in cui la madre Teti aveva tuffato il figlio per renderlo invincibile Dalla posizione eretta, fletto il busto in avanti lasciandomi trasportare dal peso delle braccia, della testa, delle spalle e aiutandomi espirando. Successivamente, mi allungo fino a sfiorare i piedi. Poi mi allungo ancora fino a toccare terra. Mantengo ciascuna posizione per 15-20 , allungando i muscoli del dorso, dei glutei e posteriori delle cosce. Supino, rotolo sulla schiena fino a portare le gambe oltre alla testa, cercando di toccare terra con i piedi. L azione è localizzata alla muscolatura posteriore del dorso e dei glutei. VERIFICA I CONTENUTI 1. 2. 3. 4. Da una definizione di mobilità articolare. Quali sono le possibilità di allenamento della mobilità articolare? Spiega perché lo stretching può essere considerato un esercizio di mobilità articolare. Come si eseguono gli esercizi di stretching? 128 4. Gli schemi motori CLIL How to walk properly 2. Preserviamo la nostra salute! Agenda 2030 Goal 6 4 Walking with the right technique and posture isn t di cult, you just have to be careful of how you move. 1. Keep your head up. When you re walking, keep your chin parallel to the ground and look ahead. 2. Lengthen your back. 3. Keep your shoulders down and back. Try to keep your shoulders relaxed. If your shoulders are tense or bent forward, it can strain the muscles and joints in your shoulders, neck and back. 4. Swing your arms. When you re walking, some"mes swing your arms back and forth. Make sure you swing your arms from your shoulders, not from your elbows. 5. Step from heel to toe. Place your heel on the ground rst, then the rest of the foot follows the movement un"l the toes. Nordic walking Acqua pulita e servizi igienico-sanitari chin = mento lengthen = allungare bent = piegato strain = sforzare Nordic walking Il nordic walking è un a#vità spor"va da svolgere in ambiente naturale che prevede una camminata e due bastoncini, con un impugnatura e un laccio. La lunghezza del bastoncino è tale che, una volta poggiato a terra, il braccio si piega a 90°. Con il passo sinistro, si slancia il braccio destro in avan", appoggiando a terra il bastoncino a circa metà della falcata. Il movimento richiede una spinta sul bastoncino a ogni passo e questo implica uno sforzo non solo per le braccia ma anche per i muscoli del torace, anteriori e posteriori. ATTIVIAMOCI esercizi per la camminata Cammino liberamente (a occhi aperti, con un occhio chiuso, con tutti e due gli occhi chiusi). Cammino prima velocemente, poi lentamente. Cammino rapidamente, aumentando l ampiezza dell oscillazione delle braccia. Cammino variando l ampiezza del passo (passi lunghi, passi corti). Cammino soltanto sulle righe del campo, cambio direzione quando incontro un compagno. 86 Cammino lateralmente, incrociando le gambe in avanti e indietro. Sarà successo anche a te: genitori, insegnanti e adulti in generale ti hanno ripetuto centinaia di volte di lavarti le mani con acqua e sapone e di farti spesso la doccia. Ti sei mai chiesto il perché di tanta insistenza? Perché l igiene personale è il modo più semplice per prevenire molte malattie, come ci ha insegnato anche la recente pandemia causata dal Covid-19. L igiene delle mani e del corpo blocca il diffondersi di virus e batteri responsabili di diverse patologie che, in tante zone del mondo, colpiscono soprattutto i bambini, ne mettono in serio pericolo la salute e ne causano spesso la morte. Attualmente, 3 miliardi di persone non possono lavarsi le mani con acqua e sapone e un bambino su 5 non ha acqua a sufficienza per le sue necessità quotidiane. Si stima inoltre che entro il 2030 circa 700 milioni di persone potrebbero essere costrette a migrare a causa della scarsità di acqua nei luoghi in cui vivono. L acqua dolce, infatti, rappresenta solo il 3% delle risorse idriche disponibili sul nostro Pianeta e spesso è inquinata dagli scarichi delle città e delle attività umane che la rendono inutilizzabile o pericolosa per la salute. A causa dell incremento demografico e delle attività umane la richiesta di acqua dolce è in costante aumento ma le risorse stanno diminuendo. Anche le conseguenze del cambiamento climatico che si manifestano con eventi meteorologici estremi riducono la sicurezza delle acque dolci, che vengono contaminate durante le alluvioni, i nubifragi ecc. Che cosa puoi fare tu per preservare questo bene indispensabile per la nostra sopravvivenza? Innanzitutto, utilizza l acqua per la tua igiene in modo da mantenerti in buone condizioni di salute, ma stai attento a non sprecarla mai. Per fare una buona doccia non sono necessarie enormi quantità di acqua, come pure per lavarsi le mani o il viso, e ricorda che la doccia consuma meno acqua del bagno; mentre ti strofini i denti con lo spazzolino chiudi il rubinetto; non aprire mai i rubinetti al massimo e chiudili bene per evitare che goccioli5 insomma, non lasciare scorrere acqua inutilmente! Per richiamare l attenzione su questo problema e sull uso responsabile e sostenibile dell acqua, nel 1992 l ONU ha istituito la Giornata mondiale dell acqua il 22 marzo. Non dimenticare mai che senza acqua non si può vivere né crescere in salute e che l acqua è un bene a cui tutti hanno diritto. 145 CLIL e Agenda 2030 Gli strumenti indispensabili per la didattica: pagine di CLIL con tracce audio e gli obiettivi dell Agenda 2030 per un futuro sostenibile e inclusivo.

Attivamente Junior
Attivamente Junior
CAPITOLO DEMO: 2. Mi osservo e mi metto in gioco