LA PROVA DEL DIECI

LA PROVA DEL DIECI

 1  Nel brano, sottolinea di blu le congiunzioni coordinanti e i segnali discorsivi e di rosso le congiunzioni subordinanti.


Braccio di ferro il marinaio: ottant’anni di spinaci

Per certi tratti quella di Popeye, Braccio di Ferro da noi, assomiglia alla storia di Cenerentola. Perché insegna in modo esemplare come il successo non premi solo i personaggi costruiti e pianificati per ottenerlo. Si può arrivare alla fama anche per caso, o meglio, per selezione naturale, grazie a un fascino irresistibile. Dunque. È il 17 gennaio del 1929. Nella striscia The Thimble Theatre (nata nel 1919) il personaggio Castor Oyl (cioè, sgrammaticamente, “olio di ricino”, fratello di Olive) cerca un equipaggio per un lungo viaggio in nave. Lo trova in un marinaio dal naso lunghissimo, sdentato e senza un occhio, mingherlino ma con due avambracci portentosi e tatuati con un’ancora ciascuno, con la pipa quasi sempre in bocca e un linguaggio da semianalfabeta. Nessuno avrebbe mai disegnato così un personaggio destinato a diventare una star. A Castor che gli chiede se fosse un marinaio, lui risponde: «Che ti credi che ero un cowboy?».

(Adattato da repubblica.it)


...../13


 2  Nel brano (che continua da quello dell’esercizio 1), riconosci tutte le congiunzioni e analizzale, nel quaderno, attribuendo a ciascuna la sua funzione.


In quest’avventura Popeye, dopo essersi rivelato scontroso, coraggioso e fortissimo, si ritrova sedici pallottole in corpo. Quattro giorni dopo, come se niente fosse, partecipa alla striscia che festeggia il ritorno dei personaggi a casa. Nelle strisce successive del Thimble Theatre di Popeye non si ha più traccia. L’autore probabilmente lo avrebbe fatto scomparire come tanti altri suoi personaggi. Ma ai lettori quel personaggio era entrato nel cuore. Le redazioni ricevettero migliaia di lettere per rivederlo. Forse proprio perché Braccio non aveva nessuna presunzione («Io sono quel che sono e questo è tutto quel che sono» è il suo motto), forse perché dietro la sua scorza selvaggia nascondeva una sincera saggezza.


...../8

 >> pagina 423 

 3  Inserisci nelle frasi la congiunzione che ti sembra la più adatta (in alcuni casi c’è più di una scelta possibile). Indica, quindi, tra parentesi, a quale tipo appartenga la congiunzione che hai inserito.

1. Non sa spiegare ............... (...................................................) sia possibile ............... (...................................................) un problema così facile gli stia facendo perdere così tanto tempo.

2. Sono contenta ............... (...................................................) venga ............... (...................................................) tu al concerto; non sono, ............... (...................................................), sicura che ci sia posto per tutti in macchina.

3. Ti sto informando ............... (...................................................) tu decida liberamente ............... (...................................................) venire ............... (...................................................) no.

4. ............... (...................................................) tu non chieda scusa a tuo fratello, non potrai uscire con le tue amiche ............... (...................................................) invitarle a casa.

5. ............... (...................................................) siete d’accordo con lui, devo ............... (...................................................) concludere ............... (...................................................) noi siamo gli unici che ragionano qui.

6. Si possono ............... (...................................................) portare a termine i doveri, ............... (...................................................) soddisfare i propri piaceri, ............... (...................................................) bisogna pensare prima ai doveri, ............... (...................................................) solamente dopo ai piaceri.


.... / 17


 4  Riconosci quale funzione ha che nelle frasi scegliendo tra congiunzione, pronome relativo, pronome o aggettivo interrogativo, pronome o aggettivo esclamativo.

1. Me lo avevano detto che (...............................................) non avrei dovuto fidarmi di te, ma io ho pensato: «Che (...............................................) mi importa di consigli dati da persone che (...............................................) non conoscono la situazione?».

2. Il fatto che (...............................................) domani piova non mi farà cambiare idea: voglio andare lo stesso a fare la gita. Tu che (...............................................) vuoi fare?

3. Hai visto che (...............................................) successo la tua cena? Dopo il dolce più di una persona ha dichiarato: «Che (...............................................) delizia!».

4. Che (...............................................) decisione dovrei prendere? Tutte le soluzioni che (...............................................) mi sono venute in mente sono pericolose.

5. Mi hai ripetuto tante volte il tuo punteggio che (...............................................) ora non ricordo più il mio.


.... / 10


punteggio TOTALE .... / 48

La Grammatica Treccani - volume A
La Grammatica Treccani - volume A
Morfologia, sintassi, lessico, fonologia, ortografia. CAPITOLO DEMO: Il verbo