APPROFONDIAMO - SOCIETÀ E ISTITUZIONI - I parlamenti

L Europa delle monarchie feudali e l Oriente | CAPITOLO 3 APPROFONDIAMO SOCIET E ISTITUZIONI I PARLAMENTI I primi parlamenti sorsero nell Europa medievale. Potevano essere provinciali o generali, con diverse competenze territoriali. I parlamenti generali furono probabilmente l evoluzione degli organi composti da grandi feudatari laici ed ecclesiastici che affiancavano il sovrano nel governo degli affari pubblici e contemporaneamente rappresentavano gli interessi del proprio ordine. A partire dal Duecento i parlamenti si aprirono ai rappresentanti delle città, sempre più protagoniste a livello economico. Queste assemblee venivano convocate principalmente quando il sovrano doveva chiedere tributi straordinari per finanziare la sua politica, in primo luogo per muovere nuove guerre. Specialmente quando la corona era debole, i parlamenti finirono per controllare e limitare il potere del re, o a obbligarlo a fissare sedute a scadenze fisse. I parlamenti potevano anche essere il luogo in cui presentare le lamentele dei sudditi al sovrano, assumendo il ruolo di rappresentanza diretta. In alcuni casi il parlamento poteva anche proporre leggi, ma più spesso aveva il solo compito di ratificare quelle del re. Nelle tre grandi monarchie feudali europee questi organi assunsero caratteristiche differenti. In Francia si chiamarono Stati generali e rappresentavano i tre ordini (nobili, ecclesiastici e borghesie cittadine). I parlamenti veri e propri furono invece organi prevalentemente giudiziari, anche se quello di Parigi ebbe un qualche ruolo politico. In Spagna, affondavano le radici nell alto Medioevo le Cortes, assemblee generali di nobili ed ecclesiastici; dal Duecento vennero ammessi anche i rappresentanti della città, che finirono per assumere un ruolo di tutela delle prerogative locali dopo l unificazione dei vari regni. In Inghilterra, come vedremo, il parlamento riuscì a imporre il proprio potere alla corona e anzi il rapporto fra i due organi costituì il fulcro della vita politica per tutta l età moderna e oltre. In Italia si ebbero forme antiche di parlamento come quello del Regno di Sicilia (XII secolo). Un ruolo diverso ebbero poi, come vedremo, i parlamenti cittadini nell età comunale. Approfondisci gtvp.it/21storia01-09 gtvp.it/21storia01-10 con il compito di assistere il re su questioni politiche e fiscali, fu usata da Filippo IV per ottenere l appoggio dei nuovi ceti cittadini contro le consuete velleità autonomistiche dell aristocrazia feudale. Ma ebbe anche lo scopo per il sovrano francese di ottenere legittimazione da un organo rappresentativo del regno su una questione ormai di tipo nazionale , ovvero l indipendenza della Francia dal potere dei papi. Insomma, un operazione per estendere il consenso intorno alla monarchia e ampliarne il prestigio. RICAPITOLANDO STUD IO ATTIV O 1 Quali condizioni portarono in Francia all affermazione della monarchia dei Capetingi? 2 Per quali motivi i vescovi francesi istituirono la cosiddetta pace di Dio ? 3 Per quali motivi gran parte dei territori francesi erano in mano al re inglese Enrico II Plantageneto? 4 Spiega che cosa erano gli Stati generali e per quale motivo Filippo IV il Bello decise di convocarli. 5 Completa la tabella sul POTERE DEI RE DI FRANCIA. Piano territoriale Annessioni Affermazione di Parigi come Piano amministrativo Accrescimento di Piano linguistico Affermazione della Piano simbolico Capacità : il re come manifestazione del potere del sovrano 77 77636R_0000E01_INTE_BAS@0077.pgs 15.09.2021 13:58

Dai fatti alla Storia - volume 1
Dai fatti alla Storia - volume 1
Dal Medioevo all'Età moderna