L’arte informale

L’arte INFORMALE

In 2 parole
Riscopre i MODULI CLASSICI e inventa la PROSPETTIVA

L’Arte informale, detta anche Espressionismo astratto, è caratterizzata dalla totale scomparsa di forme che imitano la realtà. Se in alcune opere informali il colore è il protagonista assoluto, in altre è il gesto spontaneo dell’artista a emergere. La ragione, la geometria e l’imitazione della natura sono abbandonate, per lasciare posto a un’espressività genuina, originaria, che permetta all’artista di comunicare i propri sentimenti, sia positivi (gioia, stupore, voglia di vivere) sia negativi (rabbia, dolore, protesta). Questo movimento si sviluppa in Europa con Jean Fautrier, Emilio Vedova, Lucio Fontana e Alberto Burri e, parallelamente negli Stati Uniti, con Jackson Pollock, Mark Rothko e Willem de Kooning.
L’orrore secondo Fautrier

La pittura di Jean Fautrier (Parigi 1898- Châtenay-Malabry 1964) rientra nello stile informale perché fa scomparire le forme lasciando in evidenza soltanto un aggregato di colori pastosi.

Nella serie delle Teste di ostaggio l’artista rievoca gli orrori dei campi di prigionia nazisti affidando a forme indistinte di colore il compito di raccontare ciò che un’immagine realistica non saprebbe esprimere con altrettanta efficacia. I soggetti diventano così macchie inquietanti che solo lontanamente ricordano volti umani; i tratti scuri che li segnano con violenza suggeriscono il dramma di un’esistenza sofferta.

I segni colorati di Vedova

Come Fautrier, anche Emilio Vedova (Venezia 1919-2006) è segnato dall’esperienza della Seconda guerra mondiale: partecipa infatti alla Resistenza. È un artista “impegnato”, per questo i suoi cicli di dipinti più famosi contengono allusioni alla guerra e poi alle proteste sociali degli anni successivi.

In Ciclo della protesta n. 3 tutta la tela è coperta da grandi pennellate di colori diversi (blu, giallo, rosso) a cui l’artista ha sovrapposto marcati segni neri e bianchi con gesti rapidi e incisivi.

InsegnArti - volume B
InsegnArti - volume B
Storia dell'arte