CONFRONTO ATTIVO - Il palazzo

CONFRONTO D’OPERA - COMPRENDI E APPREZZA

IL PALAZZO

1

OSSERVA
Benedetto da Maiano

Palazzo Strozzi

RINASCIMENTO

Guarino Guarini

Palazzo Carignano

BAROCCO

2

CHE COSA STAI GUARDANDO?

Sin dal Quattrocento il palazzo non è soltanto una lussuosa dimora cittadina, ma è anche l’espressione della potenza e della ricchezza della famiglia che lo abita: per edificarlo, spesso vengono abbattute preesistenti costruzioni.


PALAZZO STROZZI Capolavoro dell’architettura rinascimentale a Firenze, fu commissionato a Benedetto da Maiano (Maiano 1442-Firenze 1497) da Filippo Strozzi, un ricco mercante appartenente a una facoltosa famiglia.


PALAZZO CARIGNANO È uno dei più imponenti e originali palazzi del Seicento italiano. Fu progettato da Guarino Guarini (Modena 1624-Milano 1683) per i principi di Carignano, famiglia a cui apparteneva Emanuele Filiberto, erede del Ducato di Savoia. Divenne poi sede del primo Parlamento del Regno d’Italia (1861-1864).

3

LEGGI LE OPERE

PALAZZO STROZZI L’edificio è un “cubo” rivestito di pietra, che si sviluppa su tre piani attorno a un cortile centrale. La facciata presenta una decorazione chiamata “bugnato”, con pietre lavorate in modo da apparire in parte irregolari, secondo un procedimento tipico degli antichi edifici romani e usato a Firenze, nel Medioevo, anche per decorare il palazzo del governo cittadino, Palazzo Vecchio (p. 181).

Le facciate dei tre lati che si affacciano sulle vie sono strutturate tutte allo stesso modo: al pianterreno si aprono un grande portale ad arco e finestre rettangolari, mentre negli ordini superiori sono presenti eleganti bifore.


PALAZZO CARIGNANO La residenza dei principi di Carignano è composta di tre estesi bracci principali disposti intorno a un’amplissima corte a formare una “U”, che ospitava anche i giardini e le scuderie. Il cuore del palazzo è un grande salone ellittico la cui presenza è evidente anche nella facciata in mattoni, che presenta un fluido movimento concavo-convesso proprio nel settore centrale.

4

CONFRONTA TU LE OPERE

       La facciata In quanti ordini, cioè fasce orizzontali, sono suddivise le facciate dei due palazzi? Quale delle due facciate è più compatta? E quale invece ha una forma più movimentata?

       I materiali Quali materiali sono usati nelle facciate dei due palazzi?

       L’ingresso Quale dei due ingressi ti sembra più monumentale? Perché?

       Le finestre Il palazzo barocco di Guarino Guarini è molto più ricco di finestre rispetto a quello di Benedetto da Maiano: come si rifletterà questa scelta, secondo te, sugli ambienti interni?

       L’effetto Secondo te, quale dei due palazzi comunica forza? E quale invece leggerezza e lusso? Motiva la tua risposta.

InsegnArti - volume B
InsegnArti - volume B
Storia dell'arte