CONFRONTO ATTIVO - Ritratto di nobildonna

CONFRONTO D’OPERA - COMPRENDI E APPREZZA

RITRATTO DI NOBILDONNA

1

OSSERVA
Leonardo da Vinci

La Gioconda

RINASCIMENTO

Raffaello

Maddalena Strozzi Doni

RINASCIMENTO

2

CHE COSA STAI GUARDANDO?

I celebri ritratti di queste due nobildonne fiorentine, mogli di ricchi uomini d’affari, sono stati realizzati negli stessi anni. Entrambe sono raffigurate di tre quarti, con lo sguardo rivolto verso l’osservatore e con un paesaggio sullo sfondo.


LA GIOCONDA Leonardo ritrae Lisa Gherardini, moglie di Francesco del Giocondo (per questo detta “La Gioconda”). L’opera fu portata in Francia da Leonardo e poi acquistata dal re Francesco I.


MADDALENA STROZZI DONI Il dipinto di Maddalena Strozzi è realizzato da Raffaello insieme a quello del marito Agnolo Doni.

3

LEGGI LE OPERE

LA GIOCONDA Il ritratto di Monna Lisa, conosciuto come La Gioconda, è il risultato delle ricerche di Leonardo sull’intimo rapporto fra figura e paesaggio. In questo ritratto, infatti, la profondità spaziale non è resa attraverso la prospettiva lineare quattrocentesca, ma con la “prospettiva aerea”, che sfuma gradualmente le luci e i colori verso il fondo a imitazione degli effetti atmosferici: l’azzurro tenue sfalda progressivamente la linea dell’orizzonte e crea un’atmosfera quasi nebbiosa, avvolgendo la figura della donna, che sembra fondersi con il paesaggio.

La Gioconda è celebre soprattutto per il suo sorriso: Leonardo ha creato intorno agli angoli della bocca (e degli occhi) alcune zone d’ombra che conferiscono al volto della donna un’aria misteriosa ed enigmatica.


MADDALENA STROZZI DONI Una luce chiara e cristallina illumina il ritratto di Maddalena Strozzi Doni, che emerge dal paesaggio grazie anche ai colori accesi e contrastanti del tessuto delle vesti. La donna sembra dominare il panorama che si intravede sullo sfondo grazie sia alla monumentalità del suo corpo sia alla descrizione precisa dei gioielli e delle vesti, che ne rivelano uno stato sociale molto alto.

L’impostazione del ritratto è derivata certamente da quella della Gioconda di Leonardo, di poco precedente, mentre la monumentalità si deve forse all’influenza esercitata dalla scultura di Michelangelo.

4

CONFRONTA TU LE OPERE

       Lo schema compositivo Descrivi le pose delle due donne.

       Il volto Il misterioso e sfuggente sorriso della Gioconda è frutto della ricerca di Leonardo sulla resa degli stati d’animo dei personaggi ritratti. Qual è, secondo te, l’emozione o il pensiero che attraversa la mente di Monna Lisa? Qual è, invece, l’emozione espressa da Maddalena Strozzi Doni? Quale delle due opere ti sembra più espressiva?

       I dettagli In quale dei due ritratti l’acconciatura, gli abiti e i gioielli sono rappresentanti in modo più minuzioso?

       Il paesaggio In entrambe le opere è presente sullo sfondo il paesaggio. Quali elementi in comune noti? I due paesaggi ti sembrano realistici o inventati?

InsegnArti - volume B
InsegnArti - volume B
Storia dell'arte