Tempi ed eventi - volume 1

02 Storia biennio V1.qxp_Layout 1 12/01/24 11:22 Pagina 67 LE CIVILT PI ANTICHE 2. L Egitto, un grande regno lungo il Nilo Tra i ricchi si diffonde l uso di costruire sepolture sul modello di quelle dei faraoni, perché si ritiene di essere destinati alla vita eterna. Tutti pensano a un giudizio dopo la morte. A partire dal Medio Regno si diffuse sempre più la convinzione che la vita dopo la morte potesse proseguire per tutti e non solo per il sovrano. I ricchi imitarono i faraoni e molti si adoperarono perché la propria sepoltura fosse costruita quando erano ancora in vita, arredandola con mobili e oggetti preziosi, che si pensava sarebbero serviti nella vita ultraterrena. Sulle pareti delle tombe erano rappresentate divinità e scene di sacrifici, ma anche momenti di vita quotidiana, raffigurazioni perfette nell esecuzione e ricche di dettagli. I più poveri si limitavano a sepolture molto più modeste, spesso solo un telo che avvolgeva il cadavere e unguenti di poco valore. Tutti però pensavano che dopo la morte ci sarebbe stato un giudizio: il dio sciacallo Anubi avrebbe posto sul piatto di una bilancia un vaso dov era rinchiuso il cuore del defunto (che conteneva tutte le azioni buone e malvagie compiute in vita) e sull altro piatto una piuma che rappresentava Maat (verità e giustizia); solo se il cuore fosse rimasto in equilibrio, l anima avrebbe avuto accesso alla vita eterna. 9. Qual era l idea della morte degli antichi Egizi? Colonnato del grande complesso templare di Amon a Karnak. 67 La pesatura dell anima: il vaso contiene il cuore del defunto.

Tempi ed eventi - volume 1
Tempi ed eventi - volume 1
Dalla preistoria a Giulio Cesare. Capitolo DEMO: 4. La polis: una terra, una cultura