Tempi ed eventi - volume 1

11 Storia biennio V1.qxp_Layout 1 12/01/24 12:00 Pagina 317 ROMA POTENZA DEL MEDITERRANEO 3. L esercito, forza della repubblica 317 Gli accampamenti Per le soste brevi, durante le marce, i soldati dormivano a gruppi di otto nelle tende. Per soste più lunghe e soprattutto durante l inverno, si costruiva un accampamento forti cato, che era difeso da mura e circondato da un fossato profondo, scavato dai soldati con picconi, badili e canestri. All interno dell accampamento, le baracche dei soldati erano disposte su le regolari lungo due strade principali (il cardo e il decumano), che si incrociavano ad angolo retto: al centro si trovava il comando. C erano inoltre magazzini per conservare viveri e attrezzi e officine dove lavoravano i numerosi soldati-artigiani che costruivano e riparavano tutto ciò di cui la legione aveva bisogno: carpentieri, fabbri, cuoiai per i nimenti e per i sandali militari, calderai per lavorare il rame, scalpellini. C era anche un infermeria. Gli accampamenti forti cati erano tanto efficienti che in molti casi nei territori conquistati le città si svilupparono proprio a partire da queste strutture. Legionari al lavoro per costruire l accampamento.

Tempi ed eventi - volume 1
Tempi ed eventi - volume 1
Dalla preistoria a Giulio Cesare. Capitolo DEMO: 4. La polis: una terra, una cultura