1. Cartagine, centro del Mediterraneo

11 Storia biennio V1.qxp_Layout 1 12/01/24 12:00 Pagina 297 1. Cartagine, centro del Mediterraneo ROMA POTENZA DEL MEDITERRANEO 297 1. Cartagine, centro del Mediterraneo La posizione di Cartagine è molto favorevole: ha un porto naturale, un entroterra fertile ed è il punto d arrivo per le piste carovaniere. Per espandersi nel Mediterraneo occidentale e inserirsi nel flusso di scambi che andavano dall Atlantico fino all Indo, Roma avrebbe dovuto scontrarsi con Cartagine, una potente città di mare sulle coste nordafricane, a poca distanza dalla penisola italica. Cartagine era una colonia di Tiro, la più importante città fenicia, ed era stata fondata nell 814 a.C. circa sul sito di un porto naturale molto favorevole. Il porto aveva infatti un imboccatura stretta, che permetteva di difenderlo facilmente chiudendolo con catene. Nella parte anteriore del porto attraccavano le navi mercantili; al centro del porto sorgeva un isola, intorno alla quale erano stati costruiti cantieri, magazzini di armi e ripari per le navi militari. Oggi il porto è in gran parte interrato e di Cartagine restano solo le rovine. Molto più tardi, a poca distanza dai resti di Cartagine, fu costruita l odierna Tunisi. A Cartagine facevano capo le piste carovaniere provenienti dall interno, su cui transitavano oro, avorio, elefanti e schiavi, mentre l entroterra era fertile e le famiglie mercantili più ricche investivano il proprio denaro in aziende agricole che producevano sia per il consumo interno, sia per l esportazione. 1. Sottolinea nel testo quali caratteristiche rendevano Cartagine una città ricca. Il porto di Cartagine. 814 a.C. circa Fondazione della colonia fenicia di Cartagine

Tempi ed eventi - volume 1
Tempi ed eventi - volume 1
Dalla preistoria a Giulio Cesare. Capitolo DEMO: 4. La polis: una terra, una cultura