Tempi ed eventi - volume 1

01 Storia biennio V1.qxp_Layout 1 12/01/24 11:17 Pagina 23 Gli uomini della civiltà della renna realizzano espressioni artistiche curate ed eleganti, in cui ricercano la dimensione della bellezza. A colpirci in queste opere è la loro bellezza e la loro gratuità, cioè il fatto che la cura con cui sono state realizzate non ha alcuno scopo pratico. Nelle buie caverne quasi nessuno le vedeva, ma gli sconosciuti artisti del Paleolitico impegnavano tutte le loro capacità espressive per ssare sulla parete di roccia non solo i contorni dell animale, ma anche il suo carattere profondo, la sua forza e la sua bellezza. Il bisogno degli uomini preistorici di arricchire la propria esistenza oltre le preoccupazioni materiali è testimoniato anche da altri resti. Sono stati rinvenuti arpioni e strumenti d osso finemente decorati con incise eleganti gure, minuscole figurette in pietra o avorio che non hanno alcuna utilità pratica, pietre, conchiglie, pezzi di osso pazientemente lavorati e forati per farne bracciali e collane. Bisonte raffigurato in una pittura rupestre nelle grotte di Altamira (Spagna) risalente al Paleolitico. Le sepolture rivelano che gli uomini credono in una vita oltre la morte ed elaborano una loro forma di religione. Sono state rinvenute diverse sepolture che rivelano che gli uomini dell età della renna si preoccupavano anche della vita dopo la morte. I defunti erano deposti con cura in fosse scavate nelle immediate vicinanze delle abitazioni, e in molti casi i corpi venivano cosparsi di ocra (una terra di colore rosso che può assumere sfumature diverse) forse per dare loro il colorito dei vivi. Spesso nelle tombe si mettevano anche, come corredo funebre, ornamenti oppure oggetti in pietra e osso. Non sappiamo tuttavia come gli uomini preistorici immaginassero l esistenza dopo la morte e che cosa pensassero in proposito. però molto probabile che avessero elaborato una qualche forma di religione. Proprio l usanza di seppellire i morti insieme a oggetti che erano loro serviti da vivi ha fornito agli studiosi una grande quantità di informazioni: le tombe hanno conservato, ben protetti sottoterra, oggetti di uso quotidiano, collane e bracciali, armi di vario tipo, tutti reperti utilissimi per comprendere la vita degli uomini della preistoria. 18.000 Pitture rupestri nelle grotte anni fa di Altamira (Spagna) 12.000 Nuove sepolture nelle grotte anni fa dei Balzi Rossi (Liguria)

Tempi ed eventi - volume 1
Tempi ed eventi - volume 1
Dalla preistoria a Giulio Cesare. Capitolo DEMO: 4. La polis: una terra, una cultura