Tempi ed eventi - volume 1

05 Storia biennio V1.qxp_Layout 1 12/01/24 11:30 Pagina 149 2. Atene LA CIVILT GRECA 149 LE PAROLE La costituzione di Solone La riforma timocratica di Solone abolisce la schiavitù per debiti e introduce una distinzione in classi basata sul censo: solo i più ricchi possono aspirare alle cariche più importanti. Solone introdusse alcune importanti riforme. Abolì la schiavitù per debiti: fino a quel momento se un uomo non fosse stato in grado di pagare i propri debiti, avrebbe potuto essere venduto come schiavo dal creditore. Cancellò, inoltre, i debiti e fece liberare a spese dello Stato chi per debiti era stato venduto come schiavo all estero. Solone permise anche di tornare in patria ai debitori fuggiti per evitare la cattura; infine, esentò i più poveri dal pagamento dei tributi dovuti per sostenere le spese della città. Nel 594 a.C. Solone trasformò l organizzazione politica, dando ad Atene una costituzione timocratica (da timè censo e kràtos potere ), fondata cioè sulle differenze di censo, l insieme dei beni posseduti. La popolazione, infatti, venne divisa in quattro classi sociali: chi aveva di più aveva maggiori poteri, ma al tempo stesso doveva sostenere spese maggiori, sia in tempo di pace sia in caso di guerra. Classe. Un gruppo di persone o di cose che condivide determinati caratteri comuni. Nell ordinamento ateniese indicava i cittadini che avevano lo stesso censo, cioè proprietà di simile valore. Le quattro classi erano pentacosiomedimni cavalieri zeugiti teti grandi proprietari terrieri che in tempo di pace pagavano le spese per i templi e per le rappresentazioni teatrali, mentre in guerra finanziavano la costruzione delle triremi e combattevano come cavalieri. Potevano diventare arconti ed entrare a far parte dell areopago che esercitava la supervisione sugli affari più importanti e giudicava i delitti più gravi proprietari terrieri, ma con un censo inferiore. Combattevano a cavallo e potevano essere eletti in qualsiasi magistratura come i grandi proprietari terrieri medi proprietari con un reddito sufficiente ad allevare una coppia di buoi. Combattevano nella fanteria oplitica, con armi pesanti e scudo. Ricoprivano cariche minori piccoli proprietari, braccianti agricoli o lavoratori manuali che non possedevano la terra o comunque avevano un reddito molto basso. In guerra combattevano con armi leggere e poco costose (archi e frombole) o erano impiegati come rematori. Erano esclusi dalle cariche pubbliche, ma potevano partecipare all assemblea 594 a.C. Costituzione timocratica di Solone e introduzione di importanti riforme come l abolizione della schiavitù per debiti

Tempi ed eventi - volume 1
Tempi ed eventi - volume 1
Dalla preistoria a Giulio Cesare. Capitolo DEMO: 4. La polis: una terra, una cultura