Tempi ed eventi - volume 1

05 Storia biennio V1.qxp_Layout 1 12/01/24 11:30 Pagina 142 142 5. Sparta e Atene LA CIVILT GRECA Sparta è governata da una minoranza con una rigida costituzione Gli Spartiati sono una piccola minoranza che domina con la forza Iloti e Perieci. Gli abitanti di Sparta che non possiedono terre lasciano la città per fondare nuove colonie. I discendenti dei conquistatori Dori, gli Spartiati, controllavano l intera vita del Paese, e il potere era unicamente nelle loro mani. Erano una minoranza, che rimase tale anche con il passare del tempo: si calcola infatti che, nel VII secolo a.C., su circa 220.000 abitanti della regione di Sparta, gli Spartiati e i loro familiari non fossero più di 20.000. Erano gli unici nella società a poter possedere le terre, che però erano coltivate dagli Iloti, dal momento che gli Spartiati si dedicavano unicamente all addestramento militare e alla guerra. La maggioranza della popolazione era costituita da Iloti e Perieci. Gli Iloti erano i discendenti degli abitanti originari e non erano liberi. Non erano schiavi, perché non potevano essere venduti né comprati, ma per tutto il resto erano completamente sottomessi: erano costretti a lavorare la terra che era stata tolta ai loro antenati, non potevano abbandonarla e dovevano consegnare gran parte del raccolto agli Spartiati. Nemmeno gli Spartiati, però, possedevano la terra. Lo Stato suddivideva, infatti, la terra in lotti che erano assegnati ognuno al figlio maggiore di ogni famiglia. Alla morte della persona, il lotto tornava allo Stato che lo riassegnava a qualcun altro. I fratelli minori erano mantenuti dai fratelli maggiori finché erano in vita. In questo modo si evitavano disuguaglianze economiche e sociali che avrebbero potuto mettere in pericolo l unità degli Spartiati. I Perieci (il cui nome significa abitanti dei dintorni , perché abitavano nelle cittadine e nei villaggi intorno a Sparta) erano persone libere e potevano persino avere come dipendenti degli Iloti. Erano artigiani e commercianti, talvolta benestanti, ma non potevano partecipare alla vita politica, rigorosamente riservata ai soli Spartiati; venivano invece arruolati in caso di guerra. I Perieci abitavano le città sottomesse a Sparta, erano proprietari delle terre più povere e alcuni praticavano il commercio e l artigianato. Gli Spartiati senza terra venivano considerati Perieci. Questo sistema di distribuzione delle ricchezze favoriva le famiglie nobili più abili nel gestire le proprietà e soprattutto quelle meno numerose. Proprio per questo motivo, nel corso dei secoli il numero degli Spartiati atti alle armi continuò a diminuire, così nell esercito si cominciarono ad arruolare anche cittadini non Spartiati. In quello stesso periodo, inoltre, stava diventando sempre più difficile reprimere le rivolte degli Iloti, molto più numerosi degli Spartiati. Così anche Vaso con testa di Gorgone e sfingi, databile intorno al 540-530 a.C. Guerriero spartiate avvolto nel suo mantello.

Tempi ed eventi - volume 1
Tempi ed eventi - volume 1
Dalla preistoria a Giulio Cesare. Capitolo DEMO: 4. La polis: una terra, una cultura