1. Sparta

05 Storia biennio V1.qxp_Layout 1 12/01/24 11:30 Pagina 141 1. Sparta LA CIVILT GRECA 141 LE PAROLE 1. Sparta I Greci elaborano diverse forme di governo. Sparta e Atene sviluppano opposti modelli politici. I popoli della Mesopotamia e dell Egitto erano governati da re che avevano un potere quasi assoluto sui loro sudditi. Anche le civiltà che si affacciavano sul bacino del Mediterraneo orientale erano governate da sovrani o da oligarchie (di mercanti o di sacerdoti) che detenevano il potere. I Greci invece non avevano un re, né le città-Stato si erano riunite in un unico Stato: nelle varie poleis i governi aristocratici svilupparono nel tempo forme di governo sempre più complesse. Le due più importanti città greche, Sparta e Atene, costituiscono l esempio di due modelli opposti, cui fecero riferimento anche altre città, seguendo l uno o l altro. Oligarchia. Dai termini greci ol goi pochi e arché potere , indica una forma di governo in cui il potere è nelle mani di poche persone. 1. Che cosa distingueva l organizzazione politica dei Greci da quella degli altri popoli? I Dori dominano il Peloponneso e fondano la città di Sparta. I Dori provenienti dal nord si erano insediati nella parte meridionale e orientale del Peloponneso, la zona più a sud della penisola greca. Nella regione della Laconia, un area fertile, ricca di materie prime come legname e ferro, e attorniata da due catene di monti, avevano fondato nel X secolo a.C. la città di Sparta. La posizione favorevole permetteva alla città di controllare i comLa carta mostra le regioni merci tra la zona costiera e l entroterra. dominate da Sparta nella penisola del Peloponneso. Gli abitanti locali erano stati sottomessi e i nuovi signori si erano impadroniti di tutte le terre coltivabili, perché, ETOLIA secondo un antica tradizione, la terra apparteneva a chi BEOZIA l aveva vinta in combattimento. Gli Spartiati estesero via Golfo di Co ACAIA r into via il loro controllo sul Peloponneso. Nell VIII secolo a.C., ATTICA Atene ELIDE dopo vent anni di guerra (prima guerra messenica), si imSalamina Corinto Elide padronirono della Messenia, una vasta regione lungo le ARCADIA ARGOLIDE coste orientali della penisola. A partire dal VI secolo scelOlimpia Egina Argo Epidauro sero una strategia diversa: dal momento che la conquista PELOPONNESO MAR richiedeva di lasciare alcune guarnigioni a presidio dei IONIO Hydra territori e Sparta non aveva uomini a sufficienza, preferì Messene costringere le diverse poleis della regione a entrare in MAR MESSENIA Sparta EGEO LACONIA un alleanza militare, la Lega del Peloponneso, dominata Monte Pilo Taigeto da Sparta. Le poleis confederate erano autonome e non pagavano tributi, ma si impegnavano a fornire truppe in caso di guerra. Con il tempo la lega divenne il sistema di Capo alleanze più esteso e militarmente più potente della GreCapo Malea Matapan cia, tanto che per un certo periodo entrò a farne parte Citera anche la rivale Atene. 2. Sottolinea nel testo in quale area geografica si insediarono i Dori e quali erano le caratteristiche del territorio. X secolo Fondazione a.C. di Sparta Domini di Sparta nel VII sec. a.C. VII secolo Sparta è la maggior potenza a.C. del Peloponneso VI secolo Si forma la Lega a.C. del Peloponneso

Tempi ed eventi - volume 1
Tempi ed eventi - volume 1
Dalla preistoria a Giulio Cesare. Capitolo DEMO: 4. La polis: una terra, una cultura