In sintesi

04 Storia biennio V1.qxp_Layout 1 12/01/24 11:27 Pagina 136 136 4. La polis: una terra, una cultura LA CIVILT GRECA IN SINTESI Intorno al 1500 a.C. la penisola greca era stata 6 Nell Italia meridionale e in Sicilia furono invasa da tribù di Indoeuropei, gruppi diversi appartenenti allo stesso popolo, che condividevano lingua, religione e tradizioni. Si definivano nell insieme Elleni , oggi noti come Greci. fondate le colonie più fiorenti come Siracusa, Agrigento e Taranto, che diventarono importanti centri di arte e cultura. Le colonie dell Italia meridionale prendono il nome di magna Grecia. Intorno al 1200 a.C. nella penisola greca giun- Oltre a una lingua comune, i Greci condivide- sero i popoli del mare e nel 1100 a.C. circa i Dori, anch essi di stirpe ellenica. In questo periodo si verificarono anche terremoti e altre catastrofi naturali. La civiltà micenea decadde, la regione si impoverì e iniziarono i secoli bui . Molti Elleni emigrarono verso le isole dell Egeo e le coste dell Asia Minore: è la prima colonizzazione (XI-X secolo a.C.). Il mar Egeo assunse un ruolo di primo piano nel mondo antico e fiorirono gli scambi e i commerci. Il territorio montuoso della penisola greca ostacolava le comunicazioni. Si formarono quindi tanti piccoli regni, le poleis o città-Stato. La polis era la città ma soprattutto la comunità degli abitanti, gli uomini liberi, legati da valori e interessi comuni. Dal IX secolo a.C. in Grecia si iniziò a utilizzare il ferro per la produzione di attrezzi. L agricoltura e i commerci ricevettero un forte impulso. Il benessere portò a una crescita demografica e alla conseguente necessità di trovare nuove terre. Nella popolazione si crearono due gruppi con interessi contrapposti: da un lato una nuova classe media legata al commercio (armatori, mercanti, marinai), dall altro i nobili aristocratici legati alla terra. Il demos, la popolazione non nobile e in particolare i più poveri, si sentiva oppresso e ciò portò a conflitti all interno delle poleis. La necessità di trovare nuove terre e la crisi sociale causarono una vasta migrazione, conosciuta come seconda colonizzazione (VIII-VI secolo a.C.). I Greci fondarono nuove poleis nel bacino del Mediterraneo e nel Mar Nero. Si moltiplicarono gli scambi e i commerci. Si diffusero la scrittura alfabetica e la moneta coniata. vano valori e miti sulle origini, narrati in particolare nei poemi epici dell Iliade e dell Odissea. Credevano nella stessa religione politeistica e condividevano santuari e luoghi di culto. Occasione di incontro erano anche i giochi olimpici, che si tenevano ogni quattro anni ed esaltavano gli ideali eroici della cultura greca. I giochi contribuivano a rafforzare il senso di un identità greca comune.

Tempi ed eventi - volume 1
Tempi ed eventi - volume 1
Dalla preistoria a Giulio Cesare. Capitolo DEMO: 4. La polis: una terra, una cultura