2. La lezione di scienze motorie

contenuti digitali 2 La lezione di scienze motorie 2.1 La lezione in palestra Norme per la frequenza alle lezioni in palestra L scie Le scienze motorie e sportive sono una materia con obbligo di frequenza. Al fine di ga garantire aranttire uno svolgimento corretto e in sicurezza della lezione di scienze motorie e spor sportive, rtiv si invitano gli studenti ad attenersi scrupolosamente alle seguenti norme di comportamento e igiene. m Lo studente è tenuto a informare l insegnante di scienze motorie o la scuola delle proprie condizioni di salute, segnalando eventuali malattie che potrebbero ber r pregiudicare l attività ginnica. Neii casi di necessità di esonero, lo studente deve essere a conoscenza della normativa relativa alle astensioni dalle lezioni di scienze motorie e sportive (vedi Cirma at a colare co olla ministeriale n. 216 del 17 luglio 1987). Anche A An nc gli studenti esonerati dalla pratica motoria devono indossare le scarpe ginniche nic n c e, secondo le indicazioni ministeriali, devono frequentare le lezioni e partecipare in base alle loro possibilità. te e Lo studente deve avvisare sempre l insegnante anche dei più piccoli traumi occorsi durante la lezione. Occorre compilare entro 48 ore gli appositi moduli di denuncia d infortunio ai fini assicurativi; in caso di intervento del primo socd ospedaliero bisogna consegnare il giorno successivo il referto rilasciacorso os tto alla dimissione. Occorre indossare sempre l abbigliamento adeguato: tuta, pantaloncini, ma Occor glietta, calzini, scarpe ginniche. bene evitare di tenere le calze di nylon gliett sotto la tuta, perché non consentono di assorbire il sudore e causano un sot aumento di calore. Le scarpe devono essere indossate allacciate, devono a avere una suola in grado di ammortizzare il contatto col suolo e non essere troppo basse. Non si indossa la tuta dalla mattina, occorre cambiarsi a scuola. Se si usano spazi esterni, è bene utilizzare le scarpe ginniche apposite. S Nelle attività fisiche all aperto bisogna avere sempre la possibilità di coprirsi dopo avere sudato. La prevenzione dei traumi si fonda su due elementi: il corretto comportamento di ciascuno, basato sull ordine e sul rispetto delle regole; la conoscenza dei rischi e delle norme di sicurezza, che vanno acquisite fin dall infanzia. A queste norme di sicurezza attiva si aggiunge la cosiddetta sicurezza passiva , ovvero la conoscenza degli attrezzi, delle loro qualità e della loro manutenzione. Equipaggiamento e uso corretto dei materiali sono infatti di fondamentale importanza per la salvaguardia dell atleta. 22 Sezione 1 Una disciplina a 360°

Training4Life Sprint
Training4Life Sprint
Corso di Scienze motorie e sportive. Capitoli DEMO: Io e il mio corpo; Pallavolo