L’astinenza e il problema sociale della tossicodipendenza

I movimenti giovanili del Sessantotto, diffondendo stili di vita alternativi, fecero conoscere anche in Europa l uso delle droghe, specialmente tra i giovani, tra i quali tuttavia rimase per anni estremamente limitato: la forte carica ideologica e la motivazione politica della contestazione fecero infatti delle droghe un fenomeno non condannato, ma di scarsissima adesione. La sua adozione si estese invece proprio quando l impegno politico giovanile venne meno. A partire dalla seconda metà degli anni Settanta, e in modo più accentuato negli anni Ottanta, l uso delle droghe si diffuse rapidamente in Italia e negli altri Paesi europei, fino a diventare un drammatico fenomeno sociale. L astinenza e il problema sociale della tossicodipendenza Le droghe comportano tutte assuefazione: appena scomparso l effetto inebriante della sostanza, il soggetto ne avverte nuovamente il bisogno per effetto di un processo biochimico, detto sindrome di astinenza. Il tossicodipendente stabilisce così un rapporto di stretta dipendenza, fisica e psicologica, dalla sostanza stupefacente: sollecitato dall organismo stesso, assuefatto al consumo, il soggetto è portato a procurarsi la droga in qualsiasi modo, per compensarne la carenza. Facendo così però accentua e ribadisce la propria dipendenza dalla droga, il cui uso reiterato e in quantità sempre maggiori comporta un progressivo deterioramento dell organismo. così che si forma la tipica figura del tossicodipendente, un soggetto abbandonato a se stesso, privo di autocontrollo e di dignità personale, disposto a compiere qualsiasi gesto, anche illegale o criminale, pur di soddisfare il proprio bisogno giornaliero di droga. Un soggetto in corso di autodistruzione, in balia degli spacciatori di droga, che spesso ha a che fare con la giustizia per i propri comportamenti illegali e privo di prospettive di vita che non passino attraverso il suo recupero come persona. Negli ultimi decenni questa figura, così frequente nelle strade dell Occidente, ha subìto un evoluzione: oggi infatti l uso di droghe è spesso legato ad altre consuetudini, come quella del ballo in discoteca il sabato sera. Il fenomeno rimane in ogni caso di estrema gravità: alle morti per effetto del degrado prodotto dalla droga si aggiungono quelle dovute a overdose (dosaggio eccesivo di un farmaco o di una droga) o al taglio , cioè alle sostanze con cui la droga viene miscelata per aumentarne la quantità. LEGGI E RISPONDI Quali caratteristiche presenta oggi la tossicodipendenza? Tossicodipendenza e criminalità Sostanze così nocive per la salute non potevano non essere messe al bando. Procurarsi la droga è quindi diventato un fatto illegale e il suo commercio è perseguito dalla legge. Proprio questa condizione di illegalità è diventata la base del commercio criminale della droga. La difficoltà di procurarsi delle dosi , da parte dei tossicodipendenti, giustifica l alto prezzo della droga, che a sua volta spiega il forte interesse da parte delle organizzazioni criminali. Al commercio della droga, il cui volume d affari è oggi calcolato in centinaia di milioni di euro, sono legate le grandi organizzazioni criminali internazionali, che curano tutte le fasi che portano al consumo di droga: ne seguono la coltivazione, per lo più nei Paesi poveri dell Asia e dell America meridio4 Dipendenze e mal-essere 165

Training4Life Sprint
Training4Life Sprint
Corso di Scienze motorie e sportive. Capitoli DEMO: Io e il mio corpo; Pallavolo