Effetti negativi immediati: l’ubriachezza

Effetti negativi immediati: l ubriachezza Dato che l alcol è altamente energetico, il suo consumo condiziona il fabbisogno calorico. Le calorie prodotte dall alcol non sono utilizzate nello sforzo muscolare perché, a causa di reazioni collaterali, utilizzando tali calorie, aumenta anche l acido lattico, responsabile della fatica, e diminuisce il riciclaggio del glucosio; si ha così un abbassamento della glicemia, con pesanti conseguenze sul sistema nervoso centrale e sull attività muscolare stessa. LEGGI E RISPONDI Da quali fattori dipende l effetto dell alcol? L effetto dell alcol sull uomo dipende dalla quantità che ne viene assunta, dalla capacità di metabolizzarlo e dalle modalità di assunzione, oltre che, ovviamente, dalla qualità della bevanda alcolica consumata. Quando la quantità di alcol contenuta nel sangue è superiore a 1,5 g/l e si continua a bere, compaiono nell ordine: difficoltà di ragionamento e giudizio, difficoltà a parlare e a vedere distintamente gli oggetti, perdita del controllo dei muscoli volontari e dell equilibrio, difficoltà di respirazione e malfunzionamento cardiaco. Se a questo punto si continua a bere, vengono colpiti i centri del cervello preposti alla respirazione e all attività cardiaca, tanto da portare a stato di incoscienza e morte. Oltre che dalla dose, l effetto dell alcol dipende anche dalla presenza o meno di cibo nello stomaco: se questo è vuoto, il 20% di alcol è assorbito dalla mucosa gastrica e arriva in un minuto al cervello; se viceversa lo stomaco è pieno, le molecole di alcol hanno meno possibilità di essere assorbite e l influenza sul cervello è minore. Gli aperitivi alcolici per tradizione in Italia vengono consumati assieme a piccole quantità di cibo dall alto contenuto di grassi e carboidrati, in modo da evitare l assorbimento immediato dell alcol. sempre sconsigliato l uso di bevande alcoliche agli adolescenti al di sotto dei 16-18 anni e alle donne in gravidanza. Alcol e farmaci L assunzione di alcol in forti dosi può modificare l azione dei farmaci: l assunzione di alcol contemporanea a certi farmaci ne altera l effetto, perché impedisce agli epatociti, impegnati a smaltire le molecole alcoliche, di metabolizzare il farmaco; chi è solito bere alcolici in forti dosi ha un sistema microsomiale delle cellule epatiche più efficiente e quindi metabolizza più velocemente i farmaci assunti. Pertanto l assunzione di farmaci in bevitori occasionali e in bevitori inveterati modifica la dinamica d azione dello stesso farmaco rallentando o aumentando la velocità d azione e rendendo difficile un corretto dosaggio. Purtroppo alcune aziende hanno introdotto in commercio bevande alcoliche ai gusti di frutta o comunque altamente dolcificate, che ingannano il consumatore il quale, attratto da cocktail e bibite all apparenza innocui, viene indotto a un abitudine e all assuefazione all alcol. Alcol e malnutrizione L abuso di bevande alcoliche comporta spesso malnutrizione; i processi derivati dal metabolismo dell alcol richiedono infatti vitamine, che vengono sottratte alle normali necessità dell organismo. Nell alcolista si possono riscontrare carenze nutrizionali, anche se l apporto calorico fornito dall alcol è alto, perché esso non è un nutriente (calorie vuote). 4 Dipendenze e mal-essere 159

Training4Life Sprint
Training4Life Sprint
Corso di Scienze motorie e sportive. Capitoli DEMO: Io e il mio corpo; Pallavolo