1.1 Le politiche protezioniste

ECONOMIA 1. Rapporti economici internazionali: il protezionismo e il libero scambio FOCUS - G7-G8 Il Gruppo dei 7 (abbreviato G7) è costituito dai Capi di Stato e di Governo delle 7 nazioni più industrializzate del mondo, ossia il Canada, la Francia, la Germania, il Giappone, l Italia, il Regno Unito e gli Stati Uniti; nella sua forma allargata con la Russia il gruppo prende il nome di G8. Il G7-G8 è quindi un organizzazione intergovernativa NON un organizzazione internazionale che riunisce annualmente i Capi di Stato e di Governo delle maggiori democrazie industriali per discutere sulla gestione economica del mondo, sul commercio internazionale e sui rapporti con i Paesi in via di sviluppo. Nel 1999 allo scopo di favorire il dialogo e la concertazione tra Paesi industrializzati e Paesi in via di sviluppo è nato il Gruppo dei 20 o G20 di cui fanno parte l Arabia Saudita, l Argentina, l Australia, il Brasile, il Canada, la Cina, la Francia, la Germania, il Giappone, l India, l Indonesia, l Italia, il Messico, il Regno Unito, la Russia, gli Stati Uniti, il Sud Africa, il Sud Corea, la Turchia e l Unione Europea. I rappresentanti dei Paesi membri sono i ministri delle Finanze e i direttori o governatori delle banche centrali. 1.1 Le politiche protezioniste Adottano una politica commerciale protezionista gli Stati che vogliono limitare le importazioni allo scopo di favorire e incentivare la produzione nazionale e, di conseguenza, l occupazione. Ulteriore obiettivo di una politica protezionista è limitare l indebitamento nei confronti degli Stati esteri, in quanto le importazioni sono considerate debiti, dal momento che chi importa deve pagare a un altro Paese il prezzo della merce importata. Lo strumento tipico delle politiche protezioniste sono i dazi doganali, che si sommano al prezzo della merce facendolo aumentare. L aumento del prezzo finale del prodotto andrà a discapito dei consumatori che, in molti casi, preferiranno acquistare un prodotto nazionale. I dazi doganali sono le imposte che colpiscono la merce straniera nel momento in cui entra all interno dei confini dello Stato. FOCUS - Bilancia dei pagamenti La bilancia dei pagamenti di un Paese registra i pagamenti effettuati, in un determinato arco di tempo, tra i residenti di quel Paese e quelli di altri Paesi. pertanto un documento contabile dettagliato che riporta, da un lato, i flussi monetari provenienti dall estero e, dall altro, i flussi monetari verso l estero relativi a un certo periodo di tempo. I flussi dall estero di un Paese sono chiamati entrate oppure crediti (nell ipotesi di esportazioni), mentre i pagamenti verso l estero (o flussi in uscita) sono chiamati uscite o debiti (nell ipotesi per esempio di importazioni). La Banca d Italia compila la bilancia dei pagamenti dell Italia su base mensile in coerenza con le convenzioni metodologiche previste dal Fondo Monetario Internazionale (FMI) e rende pubblici i dati tramite le pubblicazioni statistiche. 437

Diritto ed economia. Istruzioni per l’uso – Per il settore turistico ed alberghiero
Diritto ed economia. Istruzioni per l’uso – Per il settore turistico ed alberghiero
NUOVA EDIZIONE. Capitolo DEMO: La Costituzione