2.1 Gli effetti dell’inflazione

426 ECONOMIA 20. L euro e l inflazione 2.1 Gli effetti dell inflazione Oltre una certa misura l inflazione ha effetti negativi sull intera economia e sulla distribuzione del reddito tra diversi soggetti economici. possibile che in un primo momento (breve termine) gli imprenditori siano avvantaggiati dall inflazione, perché, dopo aver acquistato i fattori produttivi a prezzi più bassi, venderanno i prodotti finali a prezzi maggiorati realizzando un guadagno, la cosiddetta rendita di inflazione. Nel lungo termine, tuttavia, saranno costretti a ridurre la produzione a causa della contrazione della domanda da parte delle famiglie (dovuta all innalzamento dei prezzi), senza contare che dovranno approvvigionarsi di nuove materie prime a prezzi maggiorati. Anche chi percepisce un reddito variabile, come i liberi professionisti e i commercianti, in un primo momento possono contenere gli effetti negativi dell inflazione alzando il prezzo dei beni e servizi da loro offerti. Nel lungo termine, però, vedranno ridursi i loro guadagni per via della contrazione della domanda di prestazioni da parte delle famiglie, dovuta al loro generale impoverimento (per esempio si ricorrerà meno frequentemente al dentista). I pensionati, che percepiscono un reddito fisso, sono sempre penalizzati dall inflazione, poiché il loro potere di acquisto diminuisce. L inflazione penalizza invece sempre i soggetti che percepiscono redditi fissi, come lavoratori dipendenti e pensionati, in quanto il potere di acquisto dei loro redditi diminuisce. Di conseguenza saranno costretti a ridurre i loro acquisti di beni e servizi. Tale fenomeno produce effetti anche sui rapporti tra debitori e creditori. I creditori si vedranno restituire i propri soldi a un valore reale inferiore a quello che avevano quando li hanno prestati, mentre i debitori saranno avvantaggiati, perché si trovano a restituire una somma uguale in termini monetari, ma inferiore in termini reali rispetto a quella ottenuta in prestito. Per esempio se il creditore ha prestato 10.000,00 si vedrà restituire alla scadenza lo stesso importo, il cui potere di acquisto, però, sarà nel frattempo diminuito. Per questo motivo i creditori possono cautelarsi chiedendo la rivalutazione (adeguamento) della somma prestata in base all indice dei prezzi al consumo. Il fenomeno dell inflazione influisce anche sui rapporti commerciali internazionali, in quanto l aumento dei prezzi dei beni prodotti in Italia porta a una riduzione delle esportazioni, e di conseguenza le imprese produttrici subiscono un danno causato dalla contrazione della domanda estera, oltre che di quella interna. CURIOSIT Shrinkflation Per combattere l inflazione galoppante e non far percepire al consumatore una sensazione di impoverimento, le imprese reagiscono con una nuova strategia chiamata shrinkflation (dall inglese to shrink restringere e inflation inflazione ). Si tratta di produrre un bene mantenendo lo stesso prezzo, ma riducendo la dimensione della confezione o la quantità di prodotto in essa contenuto. Il consumatore è così tratto in inganno perché pensa di comprare lo stesso prodotto che comprava in precedenza, ma in realtà si trova a comprarne uno di dimensioni o quantità inferiore.

Diritto ed economia. Istruzioni per l’uso – Per il settore turistico ed alberghiero
Diritto ed economia. Istruzioni per l’uso – Per il settore turistico ed alberghiero
NUOVA EDIZIONE. Capitolo DEMO: La Costituzione