Diritto ed economia. Istruzioni per l’uso – Per il settore

418 19. La moneta e le banche Strumenti di tutela Per tutelare gli investitori il 1° gennaio 2011 è stata istituita in Europa l ESMA (European Securities and Markets Authority, Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati), un autorità indipendente dell UE il cui obiettivo è migliorare la protezione degli investitori e promuovere mercati finanziari stabili e ordinati. La direttiva europea a tutela degli investitori, la MiFID (Markets in Financial Instruments Directive, Direttiva sui mercati degli strumenti finanziari), impone agli intermediari finanziari di fornire una serie di informazioni ai propri clienti, affinché essi possano essere in grado di comprendere i prodotti che vengono loro offerti. Per valutare il profilo del cliente e offrirgli il prodotto più adatto, tutti gli intermediari finanziari sottoporranno al cliente un questionario obbligatorio; dal 2007, la MiFID ne prevede due tipi: 1. questionario MiFID se si investe in strumenti finanziari e assicurativi; 2. questionario di autovalutazione prima di sottoscrivere un fondo pensione. Scopo del questionario MiFID è proteggere gli investitori da investimenti sbagliati, rendendoli consapevoli dei rischi, e imporre agli intermediari di fornire informazioni chiare e trasparenti riguardo a: costi dei servizi offerti; caratteristiche degli strumenti finanziari proposti; come vengono custoditi i prodotti/servizi finanziari offerti; come verranno eseguiti gli ordini dei clienti; presenza di eventuali conflitti di interesse tra la Banca e il cliente, e come gestirli. Ogni intermediario utilizzerà un proprio questionario e se le informazioni raccolte non saranno sufficienti e adeguate a profilare1 correttamente il cliente, sarà fatto divieto di fornire il servizio di consulenza o gestione del portafoglio. I questionari dovranno essere ripetuti nel tempo, per verificare se le scelte iniziali in merito alla linea di investimento sono ancora adeguate. Per esempio, cinque anni fa il cliente aveva un lavoro stabile in azienda e versava ogni mese 200 in un fondo di investimento ad alto rischio di insolvenza; oggi lo stesso cliente lavora part-time in un altra azienda, guadagna meno e ha un figlio piccolo: si trova quindi ad avere altre esigenze economiche e quel tipo di investimento non è più adatto per lui. 1. In economia, quando si parla di profilazione del cliente si intende la stesura di un profilo , mediante l identificazione e la raccolta dei dati personali e delle abitudini caratteristiche di un determinato cliente.

Diritto ed economia. Istruzioni per l’uso – Per il settore turistico ed alberghiero
Diritto ed economia. Istruzioni per l’uso – Per il settore turistico ed alberghiero
NUOVA EDIZIONE. Capitolo DEMO: La Costituzione