Diritto ed economia. Istruzioni per l’uso – Per il settore

ECONOMIA Verifiche 367 4. Scegli la risposta corretta. 1. La politica monetaria italiana è A. libera. B. influenzata dalle decisioni della BCE. C. determinata dalla BCE. 5. Lo Stato per finanziarsi può emettere A. azioni. B. titoli del debito pubblico. C. moneta. 2. L art. 42 della Costituzione riconosce A. l iniziativa economica privata. B. il diritto ai servizi pubblici. C. il pluralismo economico. 6. Secondo l art. 53 della Costituzione sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche A. tutti nella stessa misura. B. tutti in ragione della loro capacità contributiva. C. solo coloro che hanno maggiori disponibilità. 3. Gli stipendi dei dipendenti statali per lo Stato sono A. spese in conto capitale o di investimento. B. spese correnti o di funzionamento. C. nessuna delle precedenti. 4. Le strutture amministrative che si occupano della gestione delle entrate dello Stato sono dette A. fisco. B. tributo. C. imposta. 7. L alienazione di beni di proprietà dello Stato ai privati è: A. un entrata extratributaria. B. un entrata tributaria. C. un emissione del debito pubblico. 5. EDUCAZIONE FINANZIARIA Deposito a risparmio Il deposito a risparmio (o conto deposito) è uno strumento bancario a basso rischio che prevede il deposito di denaro presso una banca, che si impegna a restituirlo quando richiesto. Può essere: libero: il denaro viene prelevato o versato senza alcuna limitazione di tempo e di importo; vincolato: il denaro resta depositato per un periodo di tempo prestabilito; si ottengono rendimenti maggiori, ma potrebbero esserci costi aggiuntivi per lo svincolo delle somme prima della scadenza fissata. Il rendimento del deposito a risparmio è il tasso di interesse lordo, che comprende anche i tributi che si pagano allo Stato, ossia: una ritenuta fiscale del 26% applicata sugli interessi maturati; un imposta di bollo pari allo 0,2% del denaro presente sul conto deposito (imposta sempre presente sugli strumenti bancari). Per capire la rendita effettiva della somma depositata annualmente, occorre calcolare il rendimento netto, sottraendo al rendimento lordo la ritenuta fiscale e l imposta di bollo. Per esempio: Deposito Interesse lordo 1000 1,5% Rendimento lordo (1000*1,5%) 15 Ritenuta fiscale 26% (15*26%) Imposta di bollo Rendimento 0,2% (1000*0,2%) netto annuale 3,9 2 9,10 Prova ora a confrontare le diverse offerte proposte da tre banche, calcolando il rendimento netto dei rispettivi conti deposito. Tieni conto che la banca B non addebiterà l imposta di bollo. Banca Deposito Interesse lordo Rendimento lordo Ritenuta fiscale 26% Imposta di bollo 0,2% Rendimento netto annuale Banca A 5000 4,5% Banca B 5000 2,5% Banca C 5000 3%

Diritto ed economia. Istruzioni per l’uso – Per il settore turistico ed alberghiero
Diritto ed economia. Istruzioni per l’uso – Per il settore turistico ed alberghiero
NUOVA EDIZIONE. Capitolo DEMO: La Costituzione