4

Caratteristiche della subordinazione

Subordinate esplicite e implicite

SCOPRI LA GRAMMATICA!

La subordinata del primo periodo ha come soggetto Carlo; il verbo della subordinata è di modo finito (congiuntivo); il soggetto, non espresso, della subordinata del secondo periodo è Anna, che è anche il soggetto della principale. Il modo verbale della subordinata del secondo periodo è l’infinito, che è un modo indefinito.

Le subordinate che hanno il verbo in un modo finito si chiamano subordinate esplicite. Le subordinate esplicite sono introdotte in vari modi:

Introdotte da

Esempi

congiunzione o locuzione congiuntiva (che, se, prima che, quando, perché, dal momento che ecc.)

  • Sebbene non si sentisse in forma, Giorgio è andato in palestra lo stesso.

pronome relativo o misto (che, il quale, chi, chiunque ecc.)

  • Alzi la mano chiunque non abbia capito.

aggettivo o pronome interrogativo o esclamativo (quale, quanto, come ecc.)

  • Mi sorprende quanto costino le lezioni di nuoto.

senza alcun elemento di collegamento

  • Mi pare faccia freddo.

più a fondo

Le subordinate che hanno il verbo in modo indefinito e il soggetto non espresso si chiamano subordinate implicite. Il soggetto di queste proposizioni si ricava facilmente perché è spesso lo stesso della reggente, salvo alcuni casi.

Le subordinate implicite sono introdotte da:

Introdotte da

Esempi

preposizione o locuzione preposizionale (di, a, da, per, con l’intento di ecc.) + infinito

  • Ho voglia di prendere un po’ d’aria.

congiunzione (pur, quando, come ecc.) + gerundio o infinito

  • Pur conoscendo il tuo problema, voglio metterti alla prova.

senza alcun elemento di collegamento

  • È importante tener conto delle esigenze altrui.

Soltanto se il soggetto della subordinata esplicita è lo stesso della reggente puoi trasformare la subordinata in implicita:

  • Ho capito che ho bisogno di riposo. Ho capito di avere bisogno di riposo.

Quando il soggetto della subordinata è lo stesso di quello della reggente, è consigliabile usare sempre una subordinata di forma implicita:

  • Avendo fatto tardi, non sono più venuto alla festa.

Il grado di subordinazione

SCOPRI LA GRAMMATICA!

Devi immaginare l’analisi del periodo come una rete, cioè come un insieme di legami di dipendenza. A ogni nuovo legame tra due elementi A e B devi chiederti:

  • è A che dipende da B oppure è B che dipende da A?
  • Vi sono altri elementi che dipendono a loro volta da A e da B?

E così via per tutti gli elementi, ovvero per tutte le proposizioni del periodo.

Per esempio:

B

D

A

C

Nel caso dell’esempio sopra, l’analisi sarebbe di questo tipo:

  • sia B sia C dipendono direttamente da A;
  • D dipende da B;
  • B e C sono, pertanto, dipendenti di 1° grado da A, che è la reggente;
  • D è dipendente di 2° grado da B, che ne è la reggente.

Chiamiamo grado di subordinazione ogni nuovo livello di dipendenza.

Le subordinate di 1° grado sono quelle che dipendono direttamente dalla principale o da una sua coordinata, quelle di 2° grado dipendono da una subordinata di 1° grado e così via.

Proviamo a riconsiderare i quattro esempi all’inizio del paragrafo; nota che le frecce verso il basso indicano il legame tra una reggente (che sta sopra) e una subordinata (che sta sotto), mentre la freccia da sinistra a destra indica il legame tra una reggente (che sta a sinistra) e una coordinata (che sta a destra); l’assenza di freccia indica l’assenza di legami diretti tra due proposizioni.

1.

che era il tuo compleanno

Avrei portato un regalo

se avessi saputo

principale

subordinata di 1° grado

subordinata di 2° grado

In questo caso, la seconda subordinata dipende dalla prima, che dipende dalla principale: pertanto, partendo dalla principale, abbiamo un 1° grado e poi un 2° grado di subordinazione.

2.

che era il tuo compleanno

Avrei portato un regalo

se avessi saputo

principale

subordinata di 1° grado

subordinata di 2° grado

e che tutti avevano portato qualcosa

coordinata alla subordinata di 2° grado

In questo caso, entrambe le ultime subordinate sono di 2° grado, perché sono coordinate tra loro (cioè la prima regge la seconda, che ne è la coordinata, dello stesso grado).

3.

appena ci siamo conosciuti

subordinata di 1° grado

che saremmo diventati amici

subordinata di 1° grado

Ho capito subito

principale

1

PROVA SUBITO

Indica se la subordinata presente in ciascuna frase è espressa in modo esplicito (E) o implicito (I).

1. Oggi Mario non è venuto a scuola perché aveva l’influenza. [ ]

2. Ho detto a Marcos di tornare a casa subito. [ ]

3. Ti ho chiamato per raccontarti la verità. [ ]

4. Nonostante abbia sofferto a causa sua, voglio ancora molto bene a Mei. [ ]

2

memorizza

Le subordinate si suddividono in esplicite, se hanno il verbo in un modo finito, e implicite, se hanno il verbo in un modo indefinito.

Il grado di una subordinata è il suo livello di dipendenza all’interno del periodo: le subordinate di 1° grado dipendono direttamente dalla principale o da una sua coordinata, quelle di 2° grado dipendono da una subordinata di 1° grado e così via.

3

organizza

Le subordinate

In questo caso, le due subordinate sono entrambe di 1° grado, non perché siano coordinate tra loro, ma perché dipendono entrambe dalla principale.

4.

che vuole parlarmi

Mi ha detto

principale

subordinata di 1° grado

ma io non credo

che sia una buona idea

coordinata alla principale

subordinata di 1° grado alla coordinata

In questo caso, la prima subordinata dipende dalla principale, mentre la seconda subordinata dipende dalla coordinata alla principale. Quindi entrambe le subordinate sono di 1° grado.

dalla principale o da una sua coordinata

FISSA i concetti in 3 passi

possono dipendere

da una subordinata di primo, secondo grado ecc.

possono essere

implicite

esplicite

Audio

lettura

SUBORDINATE ESPLICITE E IMPLICITE

1

Dividi con una barretta (|) le proposizioni e poi sottolinea le proposizioni subordinate.

1. Mentre uscivo ho urtato con la borsa la pianta all’entrata. 2. Non verremo alla grigliata perché non abbiamo la macchina. 3. Abbiamo chiesto in biglietteria di essere avvisati di qualsiasi cambiamento orario del treno. 4. Se mi ammalassi, non parteciperei alla partita. 5. Crediamo di essere stati truffati dalla vostra agenzia. 6. Non sono preparato perché non ho studiato. 7. Ho voglia di incontrare i miei vecchi compagni di scuola per ridere dei tempi passati. 8. Non avendo risposto al telefono, ho fatto arrabbiare la mia amica Luisa. 9. Temevo che ti saresti arrabbiata.

2

Indica nel quaderno il modo del verbo di ogni subordinata dell’esercizio 1; quindi scrivi se la subordinata è esplicita oppure implicita.

3

Nelle frasi dividi con una barretta (|) le proposizioni, cerchia la principale e sottolinea la subordinata. Indica, quindi, di quale tipo è il connettivo (se ce ne è uno) che unisce la subordinata alla principale, quale modo del verbo è contenuto nella subordinata e se la subordinata è esplicita o implicita. Segui l’esempio.

Noi pensiamo | di aver agito in modo corretto. = preposizione + infinito (implicita)

1. Tornando a casa ho incontrato Manuela.

2.Gli autobus non viaggiavano perché c’era sciopero.

3. Se esci, chiamami.

4.Ti ho chiesto di prestarmi il tuo libro di storia.

5. Consegnato il compito, non potrete più correggere gli errori.

6.Ho visto tua sorella che giocava nel cortile della vostra nuova casa.

7. Se avessi avuto ancora delle incertezze, non avrei accettato quella proposta di lavoro.

Test interattivO

4

Completa i periodi con una congiunzione subordinante o un pronome adatto.

1.  durante le domeniche ecologiche le auto sono proibite, circolano solo le biciclette. 2. La nonna ci mandò a chiamare fu pronto il pranzo. 3. Ho capito necessito di una settimana di ferie. 4. Matilde è molto contenta andrà a vedere il concerto del suo cantante preferito. 5. Grazie alla nostra ricerca abbiamo notato in questa zona si coltiva molto grano. 6.  volessimo partecipare alla gita, dovremmo pagare una quota di 35 euro a testa. 7.  stavo lavando i piatti, mi è scivolato a terra un bicchiere e si è rotto. 8. Gli ho chiesto si trova bene nella sua nuova casa.

5

 Nel testo dividi le proposizioni con una barretta (|) e i periodi con due barrette (||); sottolinea la principale e poi per ogni proposizione in corsivo scrivi se si tratta di una subordinata esplicita (SE) o implicita (SI).

C’era una volta un gigante che era andato dal suo amico orco ( ) e insieme avevano deciso di fare un lungo viaggio in giro per il mondo. La casa del gigante aveva un grande giardino pieno di alberi e fiori, e tutti i bambini del paese avevano iniziato a giocarci ogni giorno. Ma, dopo sette lunghi anni, il gigante ritornò. Vedendo tutti quei bambini nel suo giardino, ( ) li cacciò via e decise di costruire un muro ( ) per impedire ( ) che tornassero di nuovo ( ). Una volta finito il muro, ( ) ci mise sopra un gran cartello sul quale vi era un divieto di entrata ( ) e si chiuse dentro casa. Era inverno, e finalmente il gigante poteva godersi il suo bel giardino in santa pace e senza tutti gli schiamazzi dei bambini. I bambini del paese ci rimasero molto male per il gesto egoista del gigante, ma non potevano farci nulla e dovevano trovare altri posti dove giocare. Arrivò la primavera e il gigante ogni giorno controllava che nel suo giardino non ci fossero bambini. ( ) Un giorno però si accorse di una cosa strana: fuori dal muro del suo giardino gli alberi e i fiori ricoprivano i prati e riempivano campi, mentre dentro il suo giardino pareva ancora inverno con ghiaccio e neve ovunque... ( )

(Adattato da fabulinis.com)

6

Completa sul tuo quaderno la fiaba dell’esercizio 5 inventando un finale in cui compaiano almeno tre subordinate esplicite e tre implicite.

fiaba

IL GRADO DI SUBORDINAZIONE

7

Separa con una barretta (|) le proposizioni e indica di che tipo sono quelle in corsivo scegliendo l’opzione corretta tra quelle date:

A.principale;

B.subordinata di 1° grado;

C.coordinata alla principale;

D.subordinata di 2° grado.

1. Se mi ascoltassi non saresti nei guai adesso.( )

2.Ho capito immediatamente che saresti diventato il mio migliore amico perché sei un ragazzo sincero.( )

3.Luca mi ha chiesto il numero di telefono per sentirci dopo la scuola.( )

4.La nave procedeva lentamente e il capitano esortò la truppa a controllare i motori.( )

5.Mentre studiavo la lezione di francese, Carlo mi ha chiamato per ben tre volte.( )

6.Siamo andati a prendere mio fratello per portarlo in piscina, dove frequenta il corso di nuoto.( )

8

Scegli fra le due opzioni date tra parentesi la funzione di ogni proposizione.

1.Ti chiediamo (principale / subordinata di 1° grado implicita) di accompagnare il nonno in ospedale (principale / subordinata di 1° grado implicita).

2.Nonostante abbiate studiato (principale / subordinata di 1° grado esplicita) il vostro voto non sarà sufficiente (principale / subordinata di 1° grado esplicita).

3.I tuoi genitori ti rimproverano spesso (subordinata di 1° grado esplicita / principale) perché temono (coordinata alla principale / subordinata di 1° grado esplicita) che tu possa cacciarti nei pasticci (subordinata di 2° grado esplicita / principale).

4.Alessio ascolta sempre molta musica (subordinata di 1° grado esplicita / principale) e scrive anche alcune poesie (coordinata alla principale / subordinata di 1° grado esplicita).

5.Siamo usciti (principale / subordinata di 1° grado esplicita) per comprare quel maglione (subordinata di 1° grado implicita / coordinata alla principale) che ti piaceva tanto (principale / subordinata di 2° grado esplicita).

9

Scrivi a fianco di ogni proposizione se è principale, subordinata di 1° o 2° grado (implicita o esplicita), coordinata (alla principale o a una subordinata).

1.Ti dico ( )

che oggi non verrò alla cena con voi ( )

perché sono in punizione. ( )

2.Marco disse ( )

che non voleva pranzare ( )

e che sarebbe rimasto in camera. ( )

3.Abbiamo telefonato a Cinzia ( )

per ricordarle la riunione di condominio ( )

che abbiamo fissato per stasera ( )

4.Mattia ha il brutto difetto ( )

di arrivare in ritardo ( )

quando ci diamo appuntamento. ( )

5.Mettiamoci d’accordo ( )

se dobbiamo aspettarvi ( )

o se dobbiamo iniziare ad avviarci senza di voi. ( )

6.Luisa è uscita in balcone ( )

per prendere un po’ d’aria ( )

dato che le mancava il fiato. ( )

10

Completa la tabella con le proposizioni richieste.

Principale

Subordinata di 1° grado

Subordinata di 2° grado

Papà si è dimenticato

di dirti

È meglio

perché la tua ha la gomma a terra.

perché ci vede poco

se è lontana dalla LIM.

Ti ringrazio per la crema

per non farmi bruciare sotto il sole.

di poter uscire

per andare a ballare.

Avrei chiamato la polizia

che la situazione stava precipitando.

Resto a casa

11

Nel quaderno, con una barretta (|) dividi i periodi in proposizioni e indica la funzione di ciascuna di esse, come nell’esempio.

Sono molto contento | perché i miei nonni sono arrivati oggi | e resteranno qui con noi per un mese intero.

Sono molto contento: principale;

perché i miei nonni sono arrivati oggi: subordinata di 1° grado esplicita;

e resteranno qui con noi un mese intero: coordinata alla subordinata.

1.Anche se la lezione non è ancora finita, vado via di corsa per arrivare a casa | prima che scoppi il temporale.

2.La luce del sole entra dalla finestra e illumina la scrivania su cui mio padre disordinatamente butta le scartoffie che utilizza per lavoro.

3.Il presidente della Repubblica ha parlato con i ragazzi che quest’anno affronteranno l’esame di Stato per spiegare loro l’importanza di questo esame.

4.Una volta arrivato in aeroporto, mi accorsi che non avevo stampato la carta d’imbarco.

5.Se potessi tornare indietro e fare qualcosa che non ho fatto, indubbiamente mi trasferirei all’estero.

12

Scrivi nel quaderno dei periodi che abbiano la struttura indicata nei modelli.

1.

Subordinata di 1° grado

Coordinata alla subordinata

Principale

2.

Principale

Coordinata alla principale

Subordinata di 1° grado

3.

Subordinata di 2° grado

Subordinata di 1° grado

Principale

Coordinata alla subordinata di 2° grado

4.

Subordinata di 1° grado

Subordinata di 1° grado

Principale

5.

Subordinata di 2° grado

Subordinata di 3° grado

Subordinata di 1° grado

Principale

6.

Principale

Coordinata alla principale

Subordinata di 1° grado

Coordinata alla subordinata di 1° grado

13

Nel quaderno dividi con una barretta (|) i seguenti periodi in proposizioni; indica, quindi, la funzione di ciascuna proposizione. Rappresenta, infine, per mezzo di schemi, le relazioni tra le proposizioni come nell’esercizio 12.

1.Da certe vostre parole si percepisce che siete molto invidiosi del vostro superiore perché occupa una carica di grande responsabilità e perché sa sempre prendere le decisioni opportune.

2.Il professore di inglese mi ha interrotto per farmi tacere e dare più spazio agli altri che volevano intervenire.

3.La dirigente scolastica si è preoccupata per non aver visto più lo studente che aveva litigato con un compagno ed era scappato dopo essere stato rimproverato.

4.Cercando nel cassetto, non ho più trovato la collana di perle che mi aveva regalato la zia quando ho compiuto diciotto anni.

5.Ti ho detto e ridetto mille volte che puoi usare la mia camera per sistemarti e per disfare le tue valigie.

<

Parola di TRECCANI! - volume A
Parola di TRECCANI! - volume A
Grammatica per la scuola secondaria di primo grado. Capitolo DEMO: Il verbo