RIEPILOGO E RINFORZO

1

Sottolinea l’intruso in ogni gruppo e motiva la tua scelta.

1.e – ma – dunque – mentre – invece

2.perché – dato che – poiché – giacché – cosicché

3.infatti – vale a dire – come – cioè – ossia

4.sebbene – per – affinché – (tanto) che – però

2

Sottolinea le congiunzioni e di ognuna specifica se è coordinativa (C) o subordinativa (S).

1. Chiedi loro se sono arrabbiati. ) 2. Non penso che Marco verrà, dunque c’è un posto in più. () 3. Non appena nevicherà, andremo in giardino e Luca farà il solito pupazzo di neve. () 4. Se vuoi, possiamo andare a teatro stasera. ( ) 5. Anche se Manuela è stanca, mi ha detto che verrà alla festa. () 6. A meno che tu non sia malato, devi essere presente e dare il tuo contributo. () 7. Comportati come se fossi a casa tua. ( ) 8. Ho fatto come ha detto Giulio ma me ne sono pentita. ()

3

Sostituisci le congiunzioni in corsivo con altre che non alterino il significato delle frasi.

1. Non ho messo a lavare i piatti, bensì le stoviglie. 2. Malgrado non avesse mai imparato a suonare uno strumento, sapeva leggere gli spartiti. 3. Non credo che verrò, quindi non prenotate anche per me. 4. Non appena sei libero, chiamami. 5. Non ho stirato le camicie, però ho rifatto i letti. 6. Mi piacciono non solo i cani, ma anche i gatti. 7. Se avessi tanti soldi, comprerei una casa. 8. Ho chiamato Andrea, mentre dovevo sentire Luca. 9. Vuoi una pesca o un’albicocca?

A turno unite le proposizioni separate dalle due barre (||). Usate sia una congiunzione coordinante sia una subordinante. Potete anche scambiare di posto le due parti. Seguite l’esempio.

4

(essere) stanca || (andare) a dormire Siccome sono stanca andrò a dormire. / Sono stanca perciò andrò a dormire.

1.(studiare) molto || (ottenere) un buon voto di diploma

2.domani (venire) Francesca || (dovere) andare a prenderla in aeroporto

3.(fare) freddo || non (stare) all’aperto

4.(ballare) perfettamente a tempo || (allenarsi) con impegno

5.(volere) andare in spiaggia || (comprare) un costume

Test interattivO

5

Inserisci le congiunzioni coordinanti o subordinanti adatte a collegare le coppie o terne di frasi. Sono possibili più soluzioni.

1.Bevi bevande gassate tutti i giorni. Rischi il mal di stomaco.

2.Ho fame. Ordino del sushi. Mi piace.

3.Ordini la tua camera. Stasera ti preparo il tuo piatto preferito.

4.Leggi un libro. Il tuo cervello acquisisce nuove informazioni.

5.Non amo la tecnologia. Devo comunque usare il computer per motivi di lavoro.

6.Oggi c’è molto freddo. Ho messo il cappotto.

7.Sono così arrabbiata. Non ti parlerò. Non mi chiederai scusa.

8.Come hobby faccio la booktuber. Ogni giorno creo contenuti che riguardano la letteratura. Li posto su YouTube.

6

Qualcuno ha messo in disordine le vignette e ha eliminato alcune parole. Riordinale e inserisci le congiunzioni che servono.

A

C

B

D

© 2022 Peanuts Worldwide LLC

7

 Rileggi questo testo, individua i gerundi e modificali in modo che diventino subordinate introdotte da una congiunzione coordinante o subordinante.

(L. Pirandello, Il fu Mattia Pascal, 1904)

8

Traccia i legami logici tra le proposizioni di ogni frase, mettendo in alto la proposizione più importante, collegata a un’altra attraverso una congiunzione coordinante, e più in basso le proposizioni introdotte dalle congiunzioni subordinanti. Per sapere quante proposizioni ci sono, conta i verbi: a ogni verbo corrisponde una proposizione. Attenzione: ci possono essere subordinate che tra loro sono coordinate. Usa frecce orizzontali per le congiunzioni coordinative, verticali per le subordinative. Segui l’esempio.

Massimiliano ha mangiato (1° verbo) e ha bevuto (2° verbo) perché aveva (3° verbo) fame ed era (4° verbo) ora di pranzo.

Massimiliano ha mangiato

aveva fame

perché

ed

era ora di pranzo

e

ha bevuto

1.Marta è bella ed è simpatica, ma non è molto studiosa.

2.Vittorio e Andrea sono andati a Londra dopo che si sono laureati.

3.Lucia e Anna vogliono che tu vada in farmacia per comprare l’antibiotico.

4.Matteo ha preso un’insufficienza nonostante avesse studiato.

5.Teo è stato male stanotte perché aveva la febbre e non aveva preso le medicine.

Mia madre era convinta che al bisogno nostro potesse bastare ciò che Pinzone c’insegnava. Non così zia Scolastica, la quale – non riuscendo ad appioppare a mia madre il suo prediletto Pomino – s’era messa a perseguitar Berto e me. Ma noi, forti della protezione della mamma, non le davamo retta, e lei si stizziva così fieramente che, se avesse potuto senza farsi vedere o sentire, ci avrebbe certo picchiato fino a levarci la pelle. Ricordo che una volta, scappando via al solito su le furie, s’imbatté in me per una delle stanze abbandonate; m’afferrò per il mento, me lo strinse forte forte con le dita, dicendomi: – «Bellino! bellino! bellino!» e accostandomi, man mano che diceva, sempre più il volto al volto, con gli occhi negli occhi, finché poi emise una specie di grugnito e mi lasciò, ruggendo tra i denti: «Muso di cane!».

romanzo

Cittadinanza Costituzione

9

 Sostituisci alle parole in grassetto altre congiunzioni che non cambino il significato del brano proposto.

«Facciamo squadra per la nostra salute»: campagna di comunicazione sull’importanza delle vaccinazioni

I vaccini, come riconosciuto in modo unanime dalla comunità scientifica internazionale, sono uno degli strumenti di salute pubblica più sicuri ed efficaci di tutti i tempi. La vaccinazione comporta benefici non solo , per effetto diretto, sui soggetti vaccinati, ma anche , in modo indiretto, sulla comunità, poiché induce protezione ai soggetti non vaccinati (la cosiddetta “immunità di gregge”).

Tuttavia , paradossalmente, proprio il successo delle vaccinazioni crea problemi nella loro accettazione poiché la diminuzione di frequenza di alcune malattie ha portato a una diminuzione della percezione della loro gravità.

Il claim «Facciamo squadra per la nostra salute» sintetizza il messaggio della campagna: la nostra comunità è una squadra e tutti coloro che ne fanno parte agiscono per vincere, anche nel caso della lotta alle malattie trasmissibili.

(Adattato da salute.gov.it)

 Leggi il testo e analizza tutte le congiunzioni presenti (analizza una sola volta quelle che si ripetono). Specifica se sono semplici, composte o locuzioni, se uniscono parole o proposizioni. In quest’ultimo caso, indica se sono coordinanti o subordinanti e di che tipo sono.

10

(Adattato da iodonna.it)

testo informativo

articolo

<

Parola di TRECCANI! - volume A
Parola di TRECCANI! - volume A
Grammatica per la scuola secondaria di primo grado. Capitolo DEMO: Il verbo