2

Le congiunzioni coordinanti

SCOPRI LA GRAMMATICA!

E e o sono congiunzioni coordinanti. Le congiunzioni coordinanti, dette anche congiunzioni coordinative, servono a mettere insieme tra loro due elementi semplici (nomi, aggettivi ecc.) oppure due proposizioni, come nel primo esempio. Entrambi gli elementi coordinati devono essere sullo stesso piano, cioè nessuno dei due è più importante dell’altro ed entrambi potrebbero essere autonomi.

In base al tipo di collegamento, e al rapporto logico tra le due parti collegate, si possono distinguere sei tipi di congiunzioni coordinanti:

Tipi

Congiunzioni

Esempi

copulative affermative

copulative negative

segnalano un collegamento semplice tra due o più elementi

altresì, anche, e, inoltre, pure

, neanche, nemmeno, neppure

  • Mangio e bevo.
  • Non mi piacciono i film d’azione quelli dell’orrore.

disgiuntive

uniscono due elementi, uno dei quali esclude l’altro o è in alternativa con esso

altrimenti, o, oppure, ovvero

  • Metti la felpa, altrimenti sentirai freddo.
  • Guardiamo un film oppure la partita?

avversative

collegano due elementi segnalando un’opposizione, totale o parziale

anzi, bensì, ma, eppure, invece, nondimeno, però, tuttavia

  • Oggi non è andato a scuola bensì in palestra. (Totale)
  • Il compito era difficile, però ho preso un bel voto. (Parziale)

correlative

si usano in coppia per mettere in relazione:

• due parole

• due proposizioni

e... e, né... , non solo... ma anche, o... o, sia... sia, sia... che

sia che... sia che, che... o / o che

  • Porto sia lo zaino sia la valigia.
  • Deve farlo sia che voglia sia che non voglia.

conclusive

uniscono due elementi il secondo dei quali è la conseguenza del primo

allora, dunque, perciò, pertanto, quindi

  • Ero distratto, perciò non ho capito niente.

dichiarative o esplicative

uniscono due elementi il secondo dei quali serve a spiegare il primo

cioè, infatti, ossia, ovvero

  • Ho letto solo il primo capitolo, ossia venti pagine.

più a fondo

più a fondo

La congiunzione e, quando precede una parola che inizia per e, si trasforma nella forma ed (la -d aggiunta è detta eufonica): terra ed erba. È preferibile evitare la forma ed davanti a una vocale diversa da e: Mario e Anna, e non Mario ed Anna.

Le congiunzioni possono essere precedute da un segno di punteggiatura.

La e non è preceduta da alcun segno di punteggiatura se collega due elementi di una lista: libri e quaderni. In una lista di più di due elementi, si usa la virgola tra un elemento e l’altro, tranne prima dell’ultimo, introdotto dalla e: libri, quaderni, matite, evidenziatori e gomme.

Se la e introduce un elemento di valore diverso rispetto al primo, è meglio farla precedere da una virgola:

L’acqua potabile è solo l’1% di tutta l’acqua presente sul pianeta, e dobbiamo ricordarcelo sempre: non è una risorsa illimitata. (corriere.it)

Davanti a ma si usa spesso la virgola, a meno che la contrapposizione non sia tra due elementi ravvicinati: Non è magro ma è agile. A volte, prima del ma si può usare il punto e virgola o addirittura il punto:

Nell’inverno 2019 gelo e neve paralizzarono le più grandi città degli Stati Uniti d’America. Ma allora il riscaldamento globale è una bufala? (focusjunior.it)

Le congiunzioni tuttavia, infatti, pertanto possono trovarsi in mezzo alla frase, senza alcun segno di punteggiatura, oppure tra due virgole, ma di solito è consigliabile farle precedere da un punto e virgola (o addirittura da un punto), perché queste forme indicano un brusco passaggio da un’affermazione alla sua dimostrazione (infatti, pertanto), o alla sua parziale contestazione (tuttavia):

Il cambiamento climatico ha conseguenze sempre più gravi. Infatti molte aree della terra si stanno trasformando in deserti.

Le congiunzioni conclusive ed esplicative sono di solito precedute dalla virgola (a volte dal punto e virgola o dal punto), ma possono anche trovarsi in mezzo alla frase senza segno di punteggiatura, oppure sono precedute e seguite dalla virgola:

Fa buio presto, quindi si tiene la luce accesa molte ore.

Fa buio presto; si tiene dunque accesa la luce molte ore.

Fa buio presto; la luce, perciò, rimane accesa più a lungo.

Molte congiunzioni servono per iniziare una frase, oppure per passare da un argomento all’altro, oppure ancora per passare da un’affermazione a una dimostrazione, a una domanda, a una contestazione: servono cioè a orientare il lettore o l’ascoltatore nelle diverse sezioni di un testo. In questi casi, non si parla tanto di congiunzione, quanto di segnale discorsivo. I segnali discorsivi si trovano all’inizio della frase oppure sono preceduti da un segno di punteggiatura forte (un punto e virgola o un punto fermo).

Considera questi esempi:

  • Allora, sei poi uscita con quel ragazzo?

    segnale discorsivo

  • Pensi di annoiarti, allora non venire.

congiunzione coordinante conclusiva

Le CONGIUNZIONI COORDINANTI

collegano

due o più elementi che sono sullo stesso piano

In pratica

1

Inserisci le congiunzioni in base alle indicazioni fra parentesi. Fa’ attenzione alla punteggiatura, che in alcuni casi ti può aiutare a scegliere la congiunzione più adatta.

1. Sono stanchissima, (conclusiva) andrò a letto. 2. Studiare è importante (correlative) perché mantiene il cervello allenato perché ti aiuta a comprendere meglio il mondo. 3. Abbiamo cominciato le lezioni di chitarra, che sono davvero divertenti; (copulativa) , abbiamo deciso che frequenteremo anche il corso di scrittura creativa. 4. Sarebbe preferibile andare a Taormina (disgiuntiva) a Siracusa, perché sono più vicine di Cefalù e Agrigento. 5. Ho analizzato l’argomento da questo punto di vista; (avversativa) , per un’analisi più completa, adesso lo esamineremo da un’altra prospettiva. 6. Non ho comprato delle scarpe, (avversativa) dei pantaloni di velluto. 7. Ho imparato non solo la poesia di Pascoli (correlativa) quella di Ungaretti. 8. Le ho chiesto di spiegarsi, (esplicativa) di raccontarmi che cosa avesse fatto. 9. Ho preso dieci in scienze, (conclusiva) mia madre, come promesso, mi preparerà il tiramisù per festeggiare. 10. Asciugati i capelli, (disgiuntiva) ti ammalerai.

1

PROVA SUBITO

Indica quale tipo di congiunzione coordinante è presente nelle seguenti frasi.

1. Preferisci un caffè o un tè? 2. Ho dato la mia disponibilità, quindi devo essere presente. 3. Non mi ha chiamato né scritto. 4. Ero al concerto ieri sera, ma non ci siamo visti. 5. Ho chiesto di accompagnarmi sia a Mario sia a Gianni.

2

memorizza

Le congiunzioni coordinanti collegano parole, gruppi di parole o proposizioni che sono sullo stesso piano.

In base al tipo di collegamento che stabiliscono, le congiunzioni coordinanti possono essere: copulative, disgiuntive, avversative, correlative, conclusive, dichiarative o esplicative.

3

organizza

FISSA i concetti in 3 passi

Test interattivO

Audio

lettura

2

Completa le frasi in modo che la congiunzione coordinante unisca due elementi semplici (S) o due proposizioni (P), in base a quanto richiesto.

1. a.Ieri sono andato in palestra e (S)

b. Ieri sono andato in palestra e (P)

2. a. Vuoi il gelato oppure (S) ?

b. Vuoi il gelato oppure (P) ?

3. a. Ho dormito poco ma (S)

b. Ho dormito poco ma (P)

4. a. Penso di aver fatto la cosa più giusta, nonostante (S)

b. Penso di aver fatto la cosa più giusta, nonostante (P) .

3

Indica se il ma delle seguenti frasi rappresenta un’opposizione parziale (P) o totale (T) rispetto alla frase principale, oppure se è un segnale discorsivo (D).

1. Non ho mangiato la torta ma i pasticcini. ( ) 2. Ho scritto a Marta ma purtroppo ancora non mi ha risposto. ( ) 3. Vorrei andare in spiaggia oggi, ma ho troppi compiti da finire. ( ) 4. – Il locale è pieno. – Ma quindi dove andiamo? ( ) 5. Ma senti, ti andrebbe di mangiare un gelato? ( ) 6. Non ho la varicella, ma il morbillo. ( ) 7. Non è uscito con la macchina, ma con la moto, sebbene oggi faccia freddo. ( ) 8. Ma il libro che hai comprato è nuovo o usato? ( ) 9. Katia non guarda il telegiornale ma si informa comunque attraverso i quotidiani. ( ) 10. Katia non guarda il telegiornale ma i reality show. ( )

4

Inserisci nelle frasi le congiunzioni elencate.

cioè e (2 volte) infatti o oppure perciò pertanto sia... sia

1. Prima dopo non fa differenza; quel che conta è che tu lo faccia. 2. Harry Potter Voldemort rappresentano la lotta tra il bene il male. 3. Solo grazie alla ricerca possiamo comprendere a fondo il mondo l’essere umano. 4. Tratta bene i tuoi compagni, loro tratteranno male te. 5. La lingua italiana è una lingua romanza, neolatina. 6. Hai passato il pomeriggio a giocare con i videogiochi, aspettati di fare un compito in classe insufficiente domani. 7. Anche se Polifemo è dieci volte più grande di Ulisse, è Ulisse che vince il confronto: l’intelligenza, , vince sempre sulla forza. 8. Oggi fa caldo, mi vestirò leggero.

5

Sottolinea le congiunzioni coordinanti e classificale nella tabella.

1. Lotterei e per il tuo amore e per la tua felicità. 2. Non dico che tu non debba uscire con i tuoi amici, tuttavia vorrei che lo facessi dopo aver finito i compiti. 3. Ho fatto amicizia con Agostino, con il quale sono andato a Roma per lavoro; inoltre, oggi è stato così gentile da aiutarmi con il progetto. 4. Mi ha davvero ferito, perciò sarà difficile perdonarla. 5. Non ho nulla da aggiungere, dunque la

riunione è conclusa. 6. Devi iscriverti entro oggi al corso di fotografia, altrimenti dovrai aspettare il prossimo anno. 7. Ho fatto delle ricerche non solo sui virus, come aveva chiesto la professoressa, ma anche sui batteri: sono entrambi argomenti davvero interessanti. 8. Ho studiato in modo approfondito, infatti la verifica è andata molto bene. 9. Ho cenato e sono subito andato a letto perché non mi sentivo molto bene. 10. Credo che la verità sia necessaria ma va detta anche rispettando la sensibilità altrui.

Copulative

Disgiuntive

Avversative

Correlative

Esplicative

Conclusive

6

Unisci le frasi con una congiunzione o una locuzione congiuntiva a tua scelta tra quelle proposte, specificando tra parentesi quale valore assume (copulativa, correlativa, avversativa, conclusiva, disgiuntiva o esplicativa).

1.Avevo voglia e / ma / sia di dolce e di salato, per cui ho mangiato entrambi. ( )

2.Non ho sia / / bensì contanti sia / / bensì carte di credito con me. ()

3.Il francese, o / dunque / qualsiasi altra lingua neolatina, è più semplice da imparare per un madrelingua italiano.

()

4.Il Lycopersicum esculentum, o / ma / e – in altri termini – pomodoro, è una pianta che prospera in climi temperato-caldi.

()

5.Il pc si è rotto e / ma / altrimenti non ho potuto lavorare.

()

6.Avrei cucinato l’arrosto, sennonché / quindi / e mi ha chiamata Sonia per dirmi che sarebbero venuti tre amici vegetariani.

()

7.Avevo un appuntamento con l’avvocato, che neppure / altrimenti / però non si è presentato.

()

8.Sono miope, ma / cioè / inoltre non vedo da lontano.

()

<

Parola di TRECCANI! - volume A
Parola di TRECCANI! - volume A
Grammatica per la scuola secondaria di primo grado. Capitolo DEMO: Il verbo