RIEPILOGO E RINFORZO

1

 Sottolinea tutti i pronomi personali presenti nel brano.

Eva: Qua dentro ci abbiamo messo tutto. Questa qua ormai è diventata la scatola nera della nostra vita. Ora è successo a loro, ma quante coppie si sfascerebbero se uno dei due guardasse il cellulare dell’altro?

Carlotta: Capirai, a me Lele non me lo darebbe mai il suo.

Lele: Amore che problema c’è? Ecco, tieni prendilo!

Carlotta:Guarda che lo prendo sul serio.

Lele:Prendilo.

Peppe:Lele, lascia perdere.

Cosimo: Guarda, guarda là, gli trema la mano!

Lele:Allora io esigo che tu lo prenda, però poi metti il tuo qua sopra.

Carlotta: Capirai, ci troveresti dentro soltanto i messaggi del pediatra, ah!, e quelli di tua sorella, che mi chiede di tua madre.

Lele:E perché lo chiede a te?

Carlotta:Ah, e perché lo chiede a te, Lele? Vuoi rispondere al telefono?

Eva: E tu lo daresti il tuo a Cosimo?

Bianca: Figurati, io non ho neanche il pin!

Cosimo: Amore mio, ma non lo vorrei il tuo!

Eva:Rocco se lo ingoierebbe, piuttosto, eh amore?

Rocco: Ma non è vero, dai, prendilo! […]

Eva: Quindi voi mi state dicendo che nessuno di noi ha segreti?

(Perfetti sconosciuti, regia di P. Genovese, 2016)

2

Inserisci i pronomi personali opportuni in base alla desinenza del verbo.

mangerai

proporrebbe

dicevate

supererai

dovremmo

conduci

credici!

avremo finito

avrebbero capito

dedico

aspettano

va’

cossi

cuciste

voleresti

ditemi!

3

Riscrivi le frasi sostituendo le parole sottolineate con i pronomi atoni opportuni.

1.Ti ho chiesto solo questo: di aprire la porta.

2.Non pensare troppo a questa situazione, altrimenti sarai di cattivo umore.

3.Vai via da questo posto, non voglio vederti!

Test interattivO

sceneggiatura

4.Non penso che tu debba imparare a memoria questo teorema; piuttosto, è importante che tu capisca questo teorema.

5.Perché non vai a quella festa? Ti divertiresti molto, secondo me.

6.Ho chiesto a Elena se a lei poteva interessare un biglietto per il concerto di sabato prossimo.

7.Credi a Luca, ti sta dicendo la verità.

8.Ridai a noi il cartellone: a noi serve per il progetto di scienze.

4

 Leggi il brano e sostituisci le ripetizioni con i pronomi adatti. Soluzioni in guida.

Orfeo ed Euridice

Orfeo era il figlio della musa Calliope (il nome della musa Calliope in greco significa “dal bel canto”) e del re trace Eagro; riceve in dono da Apollo uno strumento musicale, con lo strumento musicale è capace di incantare gli elementi della natura e placare l’animo umano. Orfeo si innamora della ninfa Euridice, ma il giorno delle nozze il pastore Aristeo, invaghitosi della ninfa Euridice, insegue la ninfa Euridice per rapire la ninfa Euridice. Euridice fugge, ma calpesta un serpente, il serpente morde Euridice e uccide Euridice. Orfeo è disperato, ma riesce con la musica di Orfeo a incantare gli dèi degli Inferi, Ade e Persefone, Ade e Persefone gli concedono di riportare la sposa di Orfeo in vita a una condizione: né Orfeo né Euridice dovranno voltarsi a guardare indietro durante la salita dall’Oltretomba, pena il ritorno per sempre nel regno dei morti. La curiosità, però, tradisce Euridice, Euridice si volta ed è così costretta a restare per sempre negli Inferi.

(Adattato da focusjunior.it)

5

Indica se le particelle in corsivo sono pronomi complemento (C), pronomi riflessivi (R) o pronomi che sostituiscono espressioni di luogo (L).

1. Ci sono andata l’anno scorso e penso che sia un bel luogo per le vacanze. ( ) 2. Manuela e Giorgio si sono comprati un gatto, perché in casa non c’era spazio per un cane. ( ) 3. Ho parlato con Brigida e le ho spiegato perché mi sarebbe piaciuto che lei leggesse il libro che avevo pubblicato. ( ) 4. Carmen pensava che non vi sarebbe dovuta andare, vista la situazione. ( ) 5. La finestra si apre continuamente: bisognerebbe ripararla. ( ) 6. Ci parleresti tu, per favore? ( ) 7. Non vi potete vestire all’ultimo minuto. ( ) 8. Non vi dico quello che sono venuto a sapere! ( ) 9. Ci vai o pensi di restare a casa? ( ) 10. Chiedimi qualsiasi cosa: ho studiato tutto! ( )

sito web

6

Sottolinea l’alternativa più adatta o l’unica possibile.

1. Ognuno deve fare il suo / proprio lavoro, altrimenti l’intero gruppo ne risentirà. 2. Ci hanno chiesto quali sono i nostri / vostri progetti per le vacanze, e abbiamo detto loro che dovevamo ancora deciderli. 3. Quando usi il tuo / suo cellulare puntualmente glielo restituisci con qualche problema. 4. Tutti dovrebbero leggere i loro / propri romanzi preferiti, senza che gli altri ne giudichino il valore. 5. Mauro ha accompagnato Nicola al suo / proprio appartamento perché c’era sciopero dei mezzi e Nicola non sapeva come tornare a casa. 6. Luca, suo / mio fratello, ha vinto la gara di poesia e io ne sono orgogliosa: è il primo della famiglia a ricevere un premio. 7. Ciascuno deve assumersi le sue / proprie responsabilità. 8. Andrai alla mostra con Paolo, dato che la tua / sua macchina è rotta.

7

Inserisci il pronome possessivo che ritieni opportuno. A volte puoi scegliere tra più opzioni.

1. Devi usare le tue penne, non prendere le . 2. Ho chiesto a Gianni la , e me l’ha detta con molta franchezza. 3. Credo che le siano più belle, Carlo; le non sono delle creazioni perfette, devo ancora fare pratica. 4. Facendo il , Ignazio ha accontentato i professori, che gli chiedevano solo un maggiore impegno. 5. La mia macchina da cucire è meno professionale delle , Laura e Stefania: la uso solo per cucire gli orli dei pantaloni. 6. Critica i tuoi difetti, non gli : solo così migliorerai. 7. Non credere a tutto quello che ti dice: a volte sono solo bugie, le .

8

 Scrivi nel quaderno delle frasi con i pronomi possessivi adeguati in base al significato richiesto. Segui l’esempio.

propria parte di denaro In pizzeria ciascuno ha pagato il suo.

1.persone della propria parte politica, squadra, nazione

2.proprio lavoro o pensiero

3.parte

4.idea, opinione

5.non parlare molto, non interagire con gli altri

9

Sottolinea una volta i pronomi dimostrativi, due volte gli aggettivi.

1. Non ti chiedo che questo: andare da tua madre e chiederle scusa per il tuo comportamento. 2. Hai la stessa faccia di quando hai rotto il cellulare: è successo qualcosa di simile? 3. Gabriella è colei che ho scelto come mia dama al ballo di primavera. 4. Quel film è davvero avvincente, anche se ha molti buchi di trama. 5. Marco è sempre lo stesso: alto, affascinante e con la battuta sempre pronta. 6. Penso che la quantità di questi ingredienti sia la medesima della scorsa volta, quindi i dolci dovrebbero venire bene. 7. Il costo dei due biglietti è il medesimo. 8. Questo sport è più indicato per lavorare sulla postura.

10

Inserisci il pronome dimostrativo adatto tra quelli dati.

ciò coloro costei quegli quella quello questi (2 volte) stesso

1.  accanto a me sono i miei fratelli, Lucio e Angela. 2. Dobbiamo andare a prendere il regalo per Francesco: ricordiamoci di non comprare lo dell’anno scorso. 3. Tu credi che sia la tisana che ci era piaciuta tanto la scorsa volta? Se sì, la ricomprerei. 4. – Penso che tu stia facendo un errore. – E con ? Pensi che cambierò idea? 5.  ha combinato un grosso guaio. 6. Non chiedere l’impossibile a per i quali non sei disposto a dare l’impossibile. 7.  non vuole studiare, non fa altro che studiare: non direi che sono fratelli se non li conoscessi. 8. A non devi darla vinta: vuole solo metterti sotto pressione.

11

Trasforma nel quaderno le frasi eliminando alcune parole e sostituendole con pronomi dimostrativi che non siano questo o quello.

1.La ragazza che raggiungerà il punteggio minimo di 90/100 otterrà un buono per l’acquisto di dieci libri.

2.Non chiedermi chi siano questi signori: non li ho mai visti!

3.Questo signore vende paste secche, quel signore pasticcini.

4.Le persone che hanno ricevuto il numero sette si accomodino da questa parte.

5.Leggo spesso storie fantasy: questo fatto mi permette di immaginare mondi meravigliosi.

6.Citando Shakespeare, ti dico che quella ragazza è una puzzola, ma ben bene profumata.

12

Individua la frase con un errore nell’uso dell’indefinito.

1. Non ti chiedo nulla in cambio, lo faccio solo perché ti voglio bene.

2.Niente potrà farmi cambiare idea: voglio un cane per Natale!

3.Non credo che quel tale abbia buone intenzioni: meglio cambiare strada.

4.Abbiamo chiesto a ogniuno di loro di portare un dolce tipico della propria regione.

5.Alla fine qualcuno dei presenti si è avvicinato per chiedermi consigli di lettura.

13

Sottolinea una volta i pronomi indefiniti, due volte gli avverbi di quantità.

1. Sono davvero molto assetata, ma purtroppo non c’è una fontanella qua vicino. 2. – Hai stretto molte amicizie in questa città o devi ancora ambientarti? – Ne ho strette molte, fortunatamente. 3. È da tanto che non ci vediamo, ma le feste sono una buona occasione per stare assieme. 4. Se finirai tutto da solo il compito di matematica sarò contento. 5. Hai preso tutto? 6. Ho avuto tante occasioni, e ho cercato di coglierle tutte. 7. Sono tante, ma non troppe: riusciremo a disinfestare questa casa invasa dalle formiche! 8. A volte sono troppo egoista, ed è un aspetto sul quale devo lavorare.

14

 Scrivi dieci frasi:

• due in cui usi niente/nulla in frasi affermative;

• due in cui usi niente/nulla in frasi negative;

• due in cui usi tale come pronome indefinito;

• una in cui usi alcuno con il significato di “nessuno”;

• una in cui usi alcuno con il significato di “un certo numero di”;

• una in cui usi alcunché;

• una in cui usi checché.

15

Sottolinea il pronome relativo, poi indica se sostituisce un pronome (P), un nome (N), un verbo (V) o una proposizione (PR).

1. La lettura, che è un’attività appassionante ma anche utile, mi piace molto. ( ) 2. L’ho domandato a lui, che però non mi ha saputo dare una risposta. ( ) 3. Ivan mi ha detto che le cassate, che sono dei dolci siciliani, sono il suo cibo preferito. ( ) 4. Odia cucinare, che è un’attività che io adoro. ( ) 5. Non ama fare i puzzle, il che è comprensibile data la sua impazienza. ( ) 6. Lei, che è una bambina vivace, per sbaglio ha rotto un vaso ma ha chiesto subito scusa. ( ) 7. La vita, dalla quale pretendiamo troppo, a volte ci sorprende in modi inaspettati. ( ) 8. Il fare troppo, che è il male del nostro secolo, non ci permette di riflettere bene sui nostri obiettivi. ( )

16

Riscrivi nel quaderno le frasi collocando correttamente i pronomi relativi. Attenzione: non tutte le frasi sono errate.

1. Monica è la più preparata della classe, che è mia cugina. 2. Ho conosciuto Vincenzo, il fratello di Genziana del quale mi avevi parlato. 3. Valerio è di nuovo in classe con me, con cui ho fatto le elementari, e ne sono felice. 4. Pensa che Chiara, che Lisa ha invitato a teatro a vedere il suo spettacolo, ha studiato canto e recitazione. 5. Gli stivali in pelle nera con la cerniera argento che hai acquistato due settimane fa adesso sono in saldo. 6. Mattia, lo studente del 2° anno, mi ha offerto un caffè per ringraziarmi, al quale ho dato ripetizioni di grammatica. 7. Grazia, al rientro dalle vacanze, mi ha portato una tazza in stile Liberty, al vedere la quale mi sono commossa: si è ricordata qual è lo stile che preferisco per gli oggetti d’arredamento. 8. Elisa ha comprato un maglione, con la quale siamo usciti qualche volta, che è perfetto per Natale in quanto è rosso e ha delle renne stampate sul davanti.

17

Distingui se le parole in corsivo sono pronomi doppi (PD) o pronomi interrogativi (PI).

1. Mi sono chiesta chi fosse quell’uomo. ( ) 2. Chi vuole venire in campagna domani? ( ) 3. Voglio parlare con chi di dovere. ( ) 4. Chi la fa l’aspetti. ( ) 5. Siete andati dove vi avevo detto? ( ) 6. Quante ne hai? ( ) 7. Qui è dove siamo nati. ( )

18

Sostituisci a ogni coppia di antecedente + pronome relativo un pronome doppio. Attenzione: dovrai fare qualche modifica in alcune frasi.

1.Voglio che tu scriva un biglietto di ringraziamento a tutti quelli che ti hanno fatto un regalo.

2.Ecco il posto in cui festeggeremo i tuoi dodici anni: sarà una cena informale in pizzeria, proprio come vuoi tu.

3.Ho chiesto a coloro che si occupano del nostro trasloco di fare attenzione alle porcellane che ci ha regalato la nonna.

4.Pensa a quello che ti è stato detto: sono consigli utili da tenere sempre a mente.

5.In qualunque posto in cui tu andrai, io ti seguirò.

6.Ci sono persone che sarebbero contente di far parte di questa squadra.

Divisi in gruppi, trovate almeno cinque proverbi o modi di dire che contengano un pronome doppio. Poi, in classe, confrontatevi sui proverbi trovati: quali condividete, e quali no? Perché?

19

20

Indica se i pronomi o gli aggettivi interrogativi o esclamativi in corsivo servono per esprimere o chiedere una quantità (QN) una qualità (QL) o l’identità (I) di qualcosa.

1. Chi leggerà le sue poesie al festival della letteratura? ( ) 2. Quanti siete! ( ) 3. In quale capitolo Manzoni racconta l’addio ai monti di Lucia? ( ) 4. Che cosa mi ha chiesto? Non ho sentito. ( ) 5. Quanti etti vuole, signora? ( ) 6. Oggi decidiamo le date delle gite: quali proporreste voi? ( ) 7. Quale preferiresti tu, pandoro o panettone? ( ) 8. Non so chi verrà alla festa. ( )

 Scrivi sul tuo quaderno l’analisi grammaticale dei pronomi interrogativi ed esclamativi dell’esercizio 20 e riconoscine la funzione sintattica.

21

 Inventa due slogan pubblicitari che contengano un pronome interrogativo o esclamativo. Scegli con cura anche le immagini che dovranno accompagnare il testo.

<

Parola di TRECCANI! - volume A
Parola di TRECCANI! - volume A
Grammatica per la scuola secondaria di primo grado. Capitolo DEMO: Il verbo