3

I pronomi possessivi

SCOPRI LA GRAMMATICA!

I pronomi possessivi, esattamente come gli aggettivi possessivi che già conosci, indicano il possesso, l’appartenenza dell’elemento che sostituiscono. La differenza rispetto agli aggettivi consiste nel fatto che gli aggettivi possessivi sono seguiti da un nome, che è l’elemento posseduto, mentre i pronomi no, perché lo sostituiscono:

Tu vieni con la tua moto, io con la mia.

aggettivo

pronome

Il pronome possessivo è sempre preceduto da un articolo determinativo oppure da una preposizione articolata:

  • Sono soddisfatto della mia scelta, e tu della tua?

A volte, i pronomi possessivi possono essere usati anche come sostantivi:

  • Vado in vacanza con i miei ( = i miei genitori).
  • Sta sempre sulle sue ( = per conto suo, in disparte, senza dare confidenza).

Le forme dei pronomi possessivi sono identiche a quelle degli aggettivi:

Persona

Singolare

Plurale

maschile

femminile

maschile

femminile

io (1a pers. sing.)

(il) mio

(la) mia

(i) miei

(le) mie

tu (2a pers. sing.)

(il) tuo

(la) tua

(i) tuoi

(le) tue

lui, lei (3a pers. sing.)

(il) suo

(la) sua

(i) suoi

(le) sue

noi (1a pers. plur.)

(il) nostro

(la) nostra

(i) nostri

(le) nostre

voi (2a pers. plur.)

(il) vostro

(la) vostra

(i) vostri

(le) vostre

loro (3a pers. plur.)

(il) loro

(la) loro

(i) loro

(le) loro

l’APPARTENENZA dell’elemento che sostituiscono

indicano

I PRONOMI POSSESSIVI

le stesse forme degli aggettivi possessivi

hanno

sempre preceduti da un articolo determinativo

sono

1

PROVA SUBITO

Indica se la parola evidenziata è un aggettivo (A) o un pronome (P) possessivo.

1. Quanto mi sei mancata, amica mia. 2. Ho ritrovato le tue chiavi, ma non le mie. 3. Non preoccuparti per la borraccia, ognuno si porta la sua. 4. Metti subito in ordine camera tua! 5. Non discutere le decisioni altrui.

2

memorizza

I pronomi possessivi indicano l’appartenenza, il possesso dell’elemento che sostituiscono.

Sono sempre preceduti da un articolo determinativo o da una preposizione articolata.

3

organizza

più a fondo

Anche proprio e altrui possono essere usati come pronomi possessivi:

  • Per quanto riguarda le squadre di calcio, ciascuno ha la propria ed è convinto che sia superiore all’altrui (= alla squadra degli altri).

Proprio può essere usato soltanto se il possessore coincide con il soggetto della proposizione: infatti nell’esempio la propria è riferito a ciascuno, che è il soggetto della proposizione ciascuno ha la propria.

In pratica

1

Sottolinea una volta gli aggettivi possessivi, due volte i pronomi.

1. I nostri affari non vi riguardano, pensate ai vostri, piuttosto. 2. Se vedeste che cosa riesce a fare il mio robot per la cucina, sono convinta che ne comprereste uno vostro! 3. Ognuno deve fare il proprio dovere. 4. Sarebbe meglio se ti concentrassi sui tuoi talenti, non sugli altrui. 5. Il loro zaino è molto pesante; il tuo, invece, è ben bilanciato: sicuramente farai meno fatica. 6. Vincenzo e Lisa hanno invitato a casa loro i cognati. 7. Sua madre dovrebbe accompagnarci sabato prossimo; questa settimana, invece, tocca alla mia. 8. Alla semifinale hanno vinto i nostri! Speriamo che diano alla nostra città la coppa che merita.

FISSA i concetti in 3 passi

Test interattivO

Audio

lettura

2

Completa il test e i profili a pagina seguente inserendo i possessivi corretti. Rispondi a ciascuna domanda e calcola il punteggio per scoprire il tuo profilo.

1.Torni a casa e trovi la camera in disordine. Ti accorgi che qualcuno ha preso il astuccio. Come ti comporti?

a.Inizi a urlare e cerchi in tutti i modi di scoprire il colpevole. Poi, dopo averlo trovato, per ripicca prendi qualcosa di quando meno se lo aspetta.

b.Ti arrabbi molto e quando scopri il colpevole gli fai una ramanzina delle : deve sapere cosa è giusto e cosa è sbagliato.

c.Non ti preoccupi molto, vorresti solo che la stanza fosse in ordine. Chiedi al colpevole di sistemarla.

2.In pizzeria è arrivato il momento del conto. Che cosa pensi sia meglio fare?

a.Dividere il conto in parti uguali, così è più semplice.

b.Ognuno deve pagare per sé; hai ascoltato il tuo vicino ordinare e la pizza era molto più costosa della .

c.Bisogna valutare caso per caso. L’importante è cercare di non creare tensioni nel gruppo.

3.C’è un compito da svolgere in gruppi. Che cosa pensi?

a.Ti piacciono molto queste attività, perché ognuno può metterci del ; più siamo, più il lavoro sarà completo.

b.Non ti dispiace lavorare in gruppo, anche per spezzare la monotonia delle lezioni; tuttavia alcuni lavorano sempre più di altri, o almeno questa è la idea.

c.Per te ognuno deve fare il dovere e ottenere i voti che merita.

4.Che cosa preferisci nello sport?

a.Ti appassionano i giochi a due, come il tennis, in cui due giocatori danno il meglio per vincere.

b.Pensi che il gioco di squadra sia fondamentale!

c.I sport preferiti sono quelli in cui puoi stare da solo, tu contro te stesso, come l’arrampicata o la corsa, in cui devi battere i record precedenti.

punteggio

Domanda 1

Domanda 2

Domanda 3

Domanda 4

a.

1

3

3

2

b.

2

1

2

3

c.

3

2

1

1

Profili

• Da 4 a 6 punti: MIO!

Ami fare tutto per conto e ti piace quando vedi che gli altri rispettano quello che hai. Anche tu fai lo stesso con le cose , per cui la gente ti considera beneducato. Attenzione, però: rischi di non goderti le amicizie, che si basano soprattutto sulla condivisione. Prova a trovare un equilibrio!

• Da 7 a 9 punti: Neutrale

Ci sono momenti che vanno passati da soli, altri che è meglio vivere in gruppo: sei una persona equilibrata e cerchi sempre di non eccedere. A volte, però, scegli in base alle inclinazioni, non in base alla ragione!

• Da 10 a 12 punti: NOSTRO!

Il gruppo è la dimensione fondamentale della esistenza! Pensi che gli altri ti arricchiscano: questo è sicuramente vero, ma a volte è importante anche distinguere te stesso dagli altri, per riconoscere meglio i pregi ma anche i difetti.

3

Trasforma le frasi, modificando o eliminando alcuni elementi, in modo da usare sia aggettivi sia pronomi possessivi. Segui l’esempio.

Ho guardato la partita che ha giocato Stefano, non quella in cui in campo c’erano Mario e Giovanna. Ho guardato la sua partita, non la loro.

1.Ho mangiato gli antipasti preparati da Sara, non quelli fatti da te.

2.Sono stato in vacanza nella città dove sei nato, non in quella dove è nata Alessia.

3.Siete stati saggi a seguire i consigli di vostra madre, e non quelli che vi ho dato io.

4.Sarebbe stato meglio se tu avessi comprato la collana che avevo fatto io, piuttosto che quella creata da Mario e Anna.

5.Luigi e Nicola, l’appartamento in cui vivete è meno bello di quello di Rosangela.

6.La tisana preparata da mia nonna è più buona di quella che preparo io, perché lei aggiunge la cannella.

7.Non pensavo che avrei ottenuto il posto di lavoro di Giovanni, dopo che lui è andato in pensione; speravo solo di non perdere il lavoro che avevo.

8.Ho valutato se comprare la lussuosa macchina di Ezio e Paola, ma, dopo aver fatto i miei calcoli, ho deciso di accontentarmi di quella che possiedo io.

<

Parola di TRECCANI! - volume A
Parola di TRECCANI! - volume A
Grammatica per la scuola secondaria di primo grado. Capitolo DEMO: Il verbo