In Mesopotamia non ci sono montagne da cui cavare pietre per costruire le abitazioni, perciò si usano mattoni di argilla impastata con paglia, compressa in stampi ed essiccata al sole. Con i mattoni si costruiscono anche i palazzi reali, sempre più grandiosi per esaltare il prestigio dei sovrani, e le imponenti ziqqurat, i templi tipici di tutte le religioni mesopotamiche (che potevano servire anche come abitazione per i sacerdoti, osservatorio astronomico e magazzino agricolo).

LA ziqqurat di ur

Nel luogo dove sorgeva l’antica città di Ur (nell’attuale Iraq) si trovano ancora oggi i resti della grande ziqqurat. Il tempio, dedicato a Nanna, dio della Luna, fu costruito dai Sumeri verso il 2100 a.C. in mattoni di argilla e in origine era alto 26 metri.

Le prime civiltà e le ziqqurat

magazzini

Resti della ziqqurat di Ur (2100 a.C. ca.). Tell el-Magaiyar (Iraq).

le parole dell’arte

Nel tempio superiore si conservano le statuette votive.

Fisso i concetti

Le ziQqurat

sono templi tipici delle religioni mesopotamiche;

sono costruite in mattoni di argilla;

hanno la forma di una piramide tronca a gradoni;

sono imponenti (la ziqqurat di Ur era alta 26 m).

La ziqqurat ha la forma di una piramide tronca (senza vertice) a gradoni, cioè con piani sovrapposti (terrazze): possono essere da tre a sette e si allargano man mano che si scende dall’alto verso il basso.

Disegno ricostruttivo di una ziqqurat.

video

<

Artè
Artè
Percorso integrato di Storia dell’arte e Comunicazione visiva. Capitolo DEMO: La Grecia antica