osservo

Pur essendo in parte condizionata dalle esperienze individuali, la percezione visiva funziona secondo regole generali. Ecco le principali.

La percezione visiva

Ogni volta che osserviamo ed esploriamo il mondo intorno a noi, mettiamo in azione i nostri sensi, che ricevono stimoli sul sapore, l’odore, il suono, la forma e il colore delle cose e li trasmettono al nostro cervello. Successivamente, quando viviamo nuove esperienze, selezioniamo le informazioni che il nostro cervello ha già immagazzinato e riconosciamo senza fatica ciò che abbiamo di fronte. Questo processo accade in pochissimi secondi, senza che noi ce ne rendiamo conto, e si definisce percezione.

Quando guardiamo un oggetto, l’occhio trasmette al cervello una serie di stimoli visivi che il cervello seleziona e organizza in modo che noi riconosciamo ciò che stiamo guardando. Allo stesso tempo associamo alla nostra visione significati e ricordi di sensazioni provate in precedenza, arricchendo di senso e individualità la nostra esperienza visiva. Quando la percezione coinvolge in primo luogo il senso della vista, parliamo di percezione visiva.

Chiusura. Il nostro cervello tende a ricostruire una figura incompleta. Il triangolo con il vertice in alto non è disegnato, ma il nostro cervello ci fa leggere due triangoli sovrapposti.

Semplicità. Quando guardiamo una forma complessa la “scomponiamo” in semplici forme geometriche.

Il linguaggio visivo - La percezione visiva

Rapporto figura-sfondo. Di norma, percepiamo separatamente la figura principale, che ci sembra davanti, rispetto allo sfondo. Ci sono tuttavia immagini ambigue in cui entrambe le parti possono essere percepite sia come sfondo sia come figura: nella seconda immagine possiamo vedere due volti di profilo o un calice.

Vicinanza. Segni e forme vicini vengono percepiti come unico elemento. Nel disegno tendiamo a vedere una serie di colonne strette, e non un’alternanza di colonne strette e colonne larghe.

Somiglianza. Nel primo disegno vediamo un quadrato formato da 25 cerchietti neri, nel secondo percepiamo un quadrato formato da file verticali di cerchietti di colore diverso.

Fisso i concetti

La percezione visiva è il processo che ci permette di ricavare informazioni dai dati immagazzinati attraverso il senso della vista. Funziona secondo regole generali che la nostra esperienza arricchisce di una componente individuale e soggettiva.

<

Artè
Artè
Percorso integrato di Storia dell’arte e Comunicazione visiva. Capitolo DEMO: La Grecia antica