Un ruolo importante nell’arte gotica è rappresentato dall’architettura militare sviluppatasi con l’imperatore Federico II di Svevia. Figlio di Enrico VI di Svevia e di Costanza d’Altavilla e incoronato re di Sicilia, nel 1198, a soli quattro anni, Federico II mette al centro della sua azione politica in particolare l’Italia meridionale. Uomo di grande cultura, ha interessi che spaziano dalla medicina al diritto, dalla poesia all’arte e alla matematica. A Federico II dobbiamo una serie di castelli distribuiti in tutta la nostra penisola, tra cui Castel del Monte, nei pressi di Andria, in Puglia, e Castello Ursino a Catania, in Sicilia.

Castel del Monte ha pianta ottagonale e il numero otto ritorna a scandire la disposizione degli spazi secondo una rigorosa organizzazione: intorno a un cortile ottagonale si affacciano, sia al piano terra sia al primo piano, otto saloni, alternati ad altrettante torri ottagonali. Il collegamento tra piano inferiore e superiore è realizzato attraverso scale a chiocciola poste in alcune delle torri. Il ripetuto richiamo al numero 8, sul cui significato gli studiosi ancora si interrogano, contribuisce al fascino misterioso dell’edificio.

Il castello sorge in cima a una collina per controllare il territorio circostante ma, oltre che uno scopo difensivo, ha anche una funzione di rappresentanza e una destinazione residenziale. Gli ambienti, dalle forme eleganti e con ricche decorazioni scultoree, erano riscaldati da grandi camini e dotati di un impianto idraulico che portava l’acqua nei bagni: un grande lusso per l’epoca.

Architettura militare

Architettura militare

Castello Ursino (239-1250). Catania.

Fisso i concetti

L’architettura militare

si sviluppa nell’Italia meridionale con i castelli di Federico II di Svevia;

ha funzione sia difensiva sia residenziale.

Castel del Monte (1240-1250 ca.). Andria.

Pianta di Castel del Monte.

Castel del Monte

video

<

Artè
Artè
Percorso integrato di Storia dell’arte e Comunicazione visiva. Capitolo DEMO: La Grecia antica