Eden - volume 3

Un continente con molti problemi Migliaia di etnie e lingue Gli innumerevoli spostamenti di massa che nei secoli hanno interessato i popoli africani hanno determinato un variegato mosaico etnico e culturale: sono circa 3000 i gruppi etnici e oltre un migliaio le lingue, raggruppabili in alcune famiglie. Molti africani parlano il francese e l inglese, ereditati dalla dominazione coloniale. La conquista araba ha reso omogenee dal punto di vista etnico e linguistico l Africa Settentrionale e sahariana, dove gran parte della popolazione è appunto araba; tra le minoranze vi sono i berberi, popolazione autoctona. A sud del Sahara prevalgono le etnie sudanese (Africa Occidentale) e bantu (Africa Centro-meridionale); tra centinaia di dialetti, l hausa e lo swahili si sono imposti come lingua franca, ossia parlata da molti popoli e in Stati diversi, e talvolta come seconda lingua. Gli etiopi parlano l amarico e i somali il somalo. Nell Africa Centrale sopravvivono alcuni gruppi di pigmei, che sono i discendenti delle popolazioni più arcaiche del continente e a loro volta sono suddivisi in vari sottogruppi, come pure i san e i koi-koi, un tempo chiamati rispettivamente Boscimani e Ottentotti, che vivono tra la Namibia e il Botswana. In Sudafrica è presente una minoranza afrikaner di origine europea che parla la lingua afrikaans, derivata principalmente dall olandese parlato nei secoli XVII e XVIII; nel Paese vivono anche circa un milione di asiatici, per la maggior parte indiani. L Africa è il continente più povero del Pianeta, e i Paesi africani figurano in fondo alle classifiche relative allo sviluppo economico e umano. Le difficoltà sono tante, a partire dalle drammatiche ineguaglianze nella distribuzione della ricchezza e delle risorse naturali, che l Africa possiede in abbondanza. Pesano tuttora le conseguenze del difficile processo di decolonizzazione. Tranne i Paesi della fascia mediterranea e il Sudafrica (che pure non sono esenti da gravi problemi, soprattutto di ordine sociale), il continente detiene record negativi in tutti i campi. A peggiorare la situazione contribuiscono la diffusa corruzione delle classi dirigenti e soprattutto le guerre; queste ultime sono alimentate in parte da conflitti etnici e religiosi, ma principalmente da motivi economici, primo fra tutti lo sfruttamento delle risorse anche a vantaggio delle potenze multinazionali straniere. Uno dei problemi sanitari più drammatici è la diffusione del virus HIV (responsabile dell insorgere dell AIDS), favorita dalla povertà e dalla carenza di adeguata informazione (Geo Oggi, p. 240). Anche il variegato e ricchissimo ambiente naturale è in pericolo: come l ONU ha sostenuto più volte, le sfide che attendono l Africa sono le stesse che attendono l intera umanità. Un villaggio masai, una popolazione dell Africa orientale. AFRICA 197

Eden - volume 3
Eden - volume 3
Il mondo