CLIMATICAMENTE - Gli eventi climatici possono scatenare una

ANDREA GIULIACCI CLIMATICAMENTE L assalto alla Bastiglia (14 luglio 1789), in una stampa dell epoca. Gli eventi climatici possono scatenare una rivoluzione? Sì, e lo dimostra quanto accaduto in Francia nel XVIII secolo, prima dello scoppio della Rivoluzione. All epoca la maggior parte della popolazione francese era costituita da contadini molto poveri che lavoravano la terra di grandi proprietari terrieri e la cui sopravvivenza dipendeva dal raccolto annuale. La situazione cominciò a precipitare il 13 luglio 1788, quando una violenta tempesta investì gran parte della Francia e distrusse i raccolti: alla fine dell estate, la mancanza di cibo fece scoppiare i primi tumulti, noti come rivolte del pane. L inverno successivo fu incredibilmente rigido e, a dare il colpo di grazia ai contadini, nella primavera del 1789 piogge alluvionali devastarono i campi. Lo spettro della carestia scatenò nuovi tumulti che, sempre più numerosi e diffusi, il 14 luglio 1789 sfociarono nella Presa della Bastiglia a Parigi: era iniziata la Rivoluzione Francese. LA STORIA Il territorio francese ha avuto un ruolo di primo piano nella storia europea fin dal I secolo a.C., quando Giulio Cesare sconfisse i Galli, popolazione di origine celtica che risiedeva in quelle terre. La regione tornò autonoma sotto le dinastie dei re dei Franchi, un popolo germanico che occupò l area tra la fine dell Impero Romano e l inizio del Medioevo, dandole il proprio nome. Uno dei sovrani franchi, Carlo Magno, si impose sulla scena politica europea fondando nell 800 il Sacro Romano Impero. Nei secoli successivi la Francia fu un tipico esempio di nazione feudale, con uno scarso senso di identità nazionale e un potere regio centrale, passato alla dinastia dei Capetingi (987), molto limitato. Solo nel corso dell estenuante Guerra dei Cent anni contro l Inghilterra (1337-1453) la Francia acquisì una propria identità nazionale, divenendo poi una delle più grandi potenze europee; il potere regio si rafforzò notevolmente, raggiungendo il suo apice sotto il regno di Luigi XIV, passato alla storia come il Re Sole, sul trono dal 1643 al 1715. 66 REGIONE FRANCESE Nel XVIII e XIX secolo la Francia fu protagonista di rivolgimenti politici e sociali che sconvolsero anche il resto d Europa: prima la Rivoluzione Francese (1789), durante la quale il re Luigi XVI fu giustiziato e fu proclamata la repubblica; poi la dominazione di Napoleone Bonaparte, che conquistò gran parte del continente prima di essere definitivamente sconfitto a Waterloo nel 1815. Il resto del XIX secolo fu caratterizzato da una grande instabilità politica e da periodi di alternanza tra forze autoritarie (restaurazione della monarchia dopo Napoleone, Secondo Impero di Napoleone III dal 1852 al 1870) e repubblicane (Seconda Repubblica dal 1848 al 1852, ristabilimento della repubblica nel 1870). Nel XX secolo la Francia partecipò alle due guerre mondiali, uscendone vincitrice. La seconda parte del secolo è caratterizzata anche dalla lotta per l indipendenza delle colonie, che terminò con due sconfitte francesi, in Indocina nel 1954 e in Algeria nel 1962, e con la ritirata dai Paesi occupati.

Eden. Il nuovo Geo2030 - volume 2
Eden. Il nuovo Geo2030 - volume 2
L’Europa