CLIMATICAMENTE - Chi studia il clima dell’Europa?

DIFESA DEI DIRITTI UMANI E SOCIALI Fin dalla sua nascita l Unione Europea ha dato grande importanza alla tutela dei diritti umani, non solo dei suoi cittadini ma di tutte le persone del mondo. Nel 2000 fu solennemente proclamata a Nizza la Carta dei Diritti Fondamentali dell Unione Europea, che successivamente è stata incorporata nel Trattato di Lisbona, rendendo il suo testo vincolante per tutti i Paesi che l hanno ratificato. La Carta definisce i valori fondamentali dell UE, che sono anche i capitoli in cui è diviso il testo: Dignità, Libertà, Uguaglianza, Solidarietà, Cittadinanza, Giustizia. PROMOZIONE DELLA RICERCA SCIENTIFICA Il grado di sviluppo di un Paese è quasi sempre collegato alla percentuale di investimenti che il suo Governo destina alla ricerca scientifica e allo sviluppo tecnologico. Le scoperte scientifiche infatti hanno non solo una grande importanza culturale, poiché migliorano la nostra conoscenza del mondo, ma anche ricadute economiche, poiché permettono di sviluppare nuove tecnologie. Abbiamo visto che una delle prime tappe dell integrazione europea è stata la nascita dell Euratom, l agenzia incaricata della ricerca sull energia nucleare per scopi pacifici. Successivamente l Unione Europea ha fondato il JRC (Joint Research Centre, Centro Comune di Ricerca), un agenzia dedicata alla ricerca scientifica e tecnologica con l obiettivo di migliorare la vita dei cittadini dell UE. STUDIO CON METODO Seleziono le informazioni sulla difesa dei diritti umani e sociali e completo. Carta dei Diritti Fondamentali proclamata nel __________ incorporata nel definisce Trattato di _______________ , 2009 i valori fondamentali sono Dignità, _______________ , Uguaglianza, Solidarietà, __________________ , Giustizia ANDREA GIULIACCI CLIMATICAMENTE Preparazione di una missione satellitare del programma Copernicus. Chi studia il clima dell Europa? Per monitorare il Pianeta e in particolare per studiare clima e ambiente del nostro continente, l Unione Europea ha istituito il programma Copernicus. Oltre all enorme quantità di dati fornita dalle stazioni meteorologiche situate al suolo, gli scienziati che lavorano al programma utilizzano le immagini e le informazioni raccolte dai satelliti; in questo modo sono in grado di fornire continui aggiornamenti sul clima europeo e in particolare sul cambiamento climatico in atto. Il programma è gestito direttamente dalla Commissione Europea e si avvale del contributo di importanti enti e organizzazioni, per esempio l ente europeo che gestisce i satelliti meteorologici (EUMETSAT), l Agenzia Spaziale Europea (l ESA) e il Centro Meteorologico Europeo. UNIONE EUROPEA 21

Eden. Il nuovo Geo2030 - volume 2
Eden. Il nuovo Geo2030 - volume 2
L’Europa