Eden. Il nuovo Geo2030 - volume 2

Uno scorcio di Piazza Maidan a Kiev, con un graffito dell artista Banksy vicino a una barriera anti-carro armato. L ECONOMIA Il conflitto con la Russia scoppiato nel febbraio 2022 ha stravolto il sistema economico ucraino, bloccando interi settori e facendo precipitare il Paese in una profonda crisi. Il PIL è crollato e l inflazione è molto cresciuta. La comunità internazionale, fin da subito, ha sostenuto l Ucraina con ingenti aiuti finanziari. Le attività del settore primario, oggi fortemente limitate dalla guerra, rivestono un ruolo importante. L agricoltura è praticata su un ampia porzione del territorio e può contare su terreni molto estesi e fertili che assicurano rese elevate, in grado di soddisfare i bisogni del Paese e alimentare una notevole esportazione: un tempo l Ucraina era considerata il granaio d Europa . Le produzioni più abbondanti sono quelle di cereali, patate e barbabietole; ma al Sud sono diffusi anche i frutteti e le vigne. Molto praticato l allevamento, di bovini e suini, pollame e ovini. Dal sottosuolo si estraggono soprattutto ferro, carbone e gas naturale, presenti in grandi quantità nel bacino del Donbass, nella parte orientale del Paese, occupata dalla Russia nel corso della guerra. 202 REGIONE SARMATICA Qui, proprio grazie all attività mineraria, si è sviluppato uno dei maggiori poli siderurgici e metallurgici d Europa. L industria ucraina si concentra appunto in questi settori tradizionali: il siderurgico e il metallurgico, i quali però sono entrati in una profonda crisi poiché le loro industrie principali si trovano proprio nella regione del Donbass. Importante è inoltre il comparto agroalimentare che trasforma la notevole produzione agricola. Il settore dei servizi è in grave difficoltà, soprattutto a causa della distruzione delle infrastrutture provocata dalla guerra. 14% COMPOSIZIONE DEL PIL primario 28% secondario 58% terziario

Eden. Il nuovo Geo2030 - volume 2
Eden. Il nuovo Geo2030 - volume 2
L’Europa