GEOOGGI - La transizione energetica in Germania

GEOOGGI LA TRANSIZIONE ENERGETICA IN GERMANIA IL CARBONE La Germania possiede ricchi giacimenti di carbone ed è uno dei Paesi europei che ancora oggi utilizza maggiormente questo combustibile per produrre elettricità. L uso del carbone comporta però un grande problema ambientale, dato che si tratta di un combustibile molto inquinante, che rilascia fumi e sostanze nocive. Tra queste ci sono l anidride solforosa, la principale responsabile delle piogge acide che provocano gravi danni alle foreste, e l anidride carbonica, che liberata nell atmosfera contribuisce a rafforzare l effetto serra. Per questo il Governo tedesco si è impegnato a ridurne sempre di più l uso e ad aumentare la produzione di energia verde, derivata da fonti rinnovabili e non inquinanti. Tuttavia, nel 2022, le difficoltà legate all approvvigionamento di gas dalla Russia hanno fatto registrare un consistente ritorno all uso del carbone. LE FONTI RINNOVABILI Nonostante questo inaspettato ritorno al carbone, la Germania mantiene gli obiettivi verdi che si è fissata, per raggiungere i quali ha varato un ambizioso programma di transizione energetica e di sviluppo del settore delle energie pulite. Inoltre la politica energetica tedesca ha portato, nel 2023, alla chiusura di tutte le centrali nucleari e prevede il loro progressivo smantellamento entro il 2027. Come conseguenza di queste decisioni, la Germania ha visto una notevole accelerazione della ricerca e sviluppo nel campo delle energie rinnovabili, e ora il Paese è all avanguardia in questo settore. infatti uno dei primi Stati al mondo per la produzione di energia eolica, cioè ricavata dal vento, con circa 30.000 turbine installate soprattutto nelle zone costiere del Mare del Nord e del Mar Baltico. Inoltre è in forte espansione la produzione di energia solare: aumentano sia i grandi impianti fotovoltaici sia i pannelli su tetti e balconi (nella foto, una località della Baviera). Dal 2021 la percentuale di energia proveniente da fonti rinnovabili ha superato il 40%, un risultato notevole se si pensa che nel 2000 era solo al 6%. Ma l impegno richiesto è ancora grande: l obiettivo tedesco è infatti quello di soddisfare con le energie rinnovabili l 80% del fabbisogno energetico nazionale entro il 2030. GERMANIA 115

Eden. Il nuovo Geo2030 - volume 2
Eden. Il nuovo Geo2030 - volume 2
L’Europa