Il mare e le coste

In geografia il termine “mare” è usato per indicare l’insieme di tutte le acque salate che ricopre il nostro Pianeta e che, come puoi vedere osservando il planisfero qui a lato, circonda completamente le terre emerse. Il confine tra mare e terra è detto costa.

tre Oceani e tantissimi mari

All’interno dell’unico vasto “mare” che ricopre la Terra, si possono distinguere masse più o meno grandi di acqua, che prendono il nome di oceani e mari.

Gli oceani sono le tre distese di acqua più grandi che separano i continenti: l’Oceano Atlantico, l’Oceano Pacifico e l’Oceano Indiano . Gli oceani hanno acque molto profonde e sono tutti comunicanti tra loro.

I mari sono bacini più piccoli e meno profondi, che si estendono in prossimità delle terre emerse o sono in gran parte racchiusi da esse. In genere si distingue tra mari aperti, se entrano direttamente in un oceano, e mari chiusi, se sono circondati dalle terre emerse e comunicano con l’oceano attraverso uno stretto o un canale (uno stretto un po’ più ampio).

Il mare si muove

Una delle caratteristiche più evidenti dell’acqua del mare è il suo moto continuo, che è dovuto a cause diverse.

Onde: oscillazioni della superficie del mare prodotte dalla spinta del vento. Sono il fenomeno più evidente, anche se non determinano un reale “spostamento” di acqua.

Maree: l’alta marea e la bassa marea sono periodici innalzamenti e abbassamenti del livello del mare, dovuti all’attrazione esercitata dalla Luna e, in misura minore, dal Sole.

Correnti: sono masse d’acqua che si spostano a profondità diverse di mari e oceani, seguendo sempre la stessa direzione. Possono essere originate da vari fattori: dalla spinta esercitata sulla superficie dai venti costanti (cioè che soffiano sempre nella medesima direzione); da differenze di marea all’interno di uno stesso bacino; da differenze di temperatura e salinità tra due masse di acqua (l’acqua più calda e meno ricca di sali, quindi meno densa, tende a salire verso la superficie, mentre quella più fredda e densa tende a scendere in profondità).

Uno sguardo sott’acqua

I fondali marini sono la prosecuzione della crosta terrestre sotto il livello del mare: presentano montagne, valli e pianure con forme simili a quelle delle terre emerse .

Ancora oggi conosciamo bene solo i fondali marini meno profondi, mentre gli abissi rimangono in parte misteriosi perché sono molto difficili da esplorare: la luce del Sole arriva fino ai 200 metri sotto il livello del mare, poi regnano solo il buio e il freddo; scendendo più in profondità, inoltre, la pressione, cioè il “peso” dell’acqua soprastante, diventa fortissima.

Leggo il testo e sottolineo il significato del termine “mare”. Seleziono le informazioni essenziali su oceani e mari e completo.

Oceani

Caratteristiche: distese di acqua più grandi,

Nomi: Oceano Atlantico,

Mari

Caratteristiche: bacini più piccoli

Si distinguono in:

mari chiusi:

mari aperti:

studio CON METODO

Mauritius, Oceano Indiano.

oceano ocean

mare sea

Oceano Pacifico

Oceano Atlantico

Oceano Indiano

I FONDALI MARINI

canyon

piattaforma

continentale

scarpata continentale

La piattaforma continentale è il “bordo” del continente, un’area pianeggiante lievemente inclinata che scende fino alla scarpata continentale. Oltre quest’ultima ci sono gli abissi.

piana abissale

Le cime delle catene sottomarine più alte possono emergere dal mare e formare piccole isole.

Seleziono e sottolineo nel testo in modi diversi le seguenti informazioni.

Quali sono i tre movimenti continui del mare.

Che cosa sono.

Qual è la causa di ciascun movimento.

Seleziono e sottolineo le informazioni nel testo, poi rispondo.

Che cosa sono i fondali marini?

Com’è il fondo del mare?

Perché è difficile esplorare i fondali marini?

studio CON METODO

Le fosse oceaniche sono profonde depressioni che possono arrivare anche agli 11.000 metri sotto il livello del mare.

L’isola di Arbe, in Croazia.

ISOLE E PENISOLE

L’insieme delle terre emerse, come abbiamo visto, costituisce i continenti.

Una terra emersa interamente circondata dal mare ma più piccola di un continente prende il nome di isola ; più isole vicine tra di loro formano un arcipelago.

Una penisola è, invece, una “quasi isola”, cioè una parte di terra emersa circondata su tre lati dal mare, talvolta collegata alla terraferma da un sottilissimo braccio chiamato istmo.

il confine tra terra e mare: le coste

La costa, cioè il tratto di terra emersa che termina nel mare, si può presentare con forme e caratteristiche molto varie.

Costa lineare o costa frastagliata

Se segui l’andamento di una costa su una carta geografica, noterai che prende forme diverse, indicate in geografia con nomi particolari:

quando la terraferma si allunga nell’acqua con una piccola penisola rocciosa si ha un promontorio;

quando invece è il mare a entrare in un’apertura della costa, si parla di insenatura nel caso di una piccola rientranza, di baia se la rientranza è più larga, di golfo se è molto ampia.

La linea di costa può apparire dritta e regolare, e si parla allora di costa lineare, oppure segnata da rientranze e sporgenze, e si parla allora di costa frastagliata.

La lunghezza di una costa è detta sviluppo costiero, e si calcola misurando la linea di costa con tutte le sue irregolarità.

Coste basse e sabbiose o alte e rocciose

La costa può essere rocciosa, sabbiosa o ciottolosa, oppure può alternare queste tre caratteristiche:

le coste rocciose sono perlopiù alte e ripide (spesso si tratta di montagne che scendono nel mare);

le coste sabbiose o ciottolose sono basse e pianeggianti, e sono presenti soprattutto dove a ridosso del mare si estende una pianura.

Coste che avanzano e coste che arretrano

La linea di costa si modifica di continuo, come conseguenza di due processi naturali che abbiamo già visto all’opera: l’erosione, in questo caso esercitata dal mare, e la sedimentazione.

Il prevalere dell’uno o dell’altro fenomeno dipende in gran parte dal tipo di costa.

Nelle coste alte le onde del mare colpiscono ripetutamente la roccia e a lungo andare la sgretolano, provocandone in alcuni casi il crollo: si formano così le pareti a strapiombo delle falesie e la costa tende a ritirarsi. Spesso il materiale eroso si frantuma in ciottoli e granelli sempre più piccoli e si deposita nelle rientranze della costa, creando tratti bassi e sabbiosi o ciottolosi.

Sulle coste basse le onde non trovano ostacoli e anziché erodere la costa vi depositano i detriti trascinati dalle correnti, che si accumulano insieme a quelli portati dai fiumi che sfociano in quel tratto di mare: in questo modo le coste basse tendono ad avanzare per il fenomeno della sedimentazione.

Come abbiamo visto, i detriti possono essere abbondanti e accumularsi formando i lidi: si tratta di lunghe strisce di sabbia che emergono dal mare a poca distanza dalla terraferma. Con il passare del tempo, uno o più lidi possono allungarsi fino a isolare un tratto di mare, che prende allora il nome di laguna (vedi p. 91).

La Penisola Iberica.

penisola peninsula

studio CON METODO

Seleziono le informazioni nel testo e completo.

Isola: è una terra emersa

Gruppo di isole:

Penisola: è

Sottile braccio di terra che collega la penisola alla terraferma:

arcipelago archipelago

isola island

costa bassa e sabbiosa

Sottolineo la definizione di costa alle pagine 138 e 143 e scrivo una definizione completa.

Costa: _______________________ ______________________________

_____________________________ .

Uso le domande-guida: individuo e sottolineo le informazioni nel testo, osservo la carta di pagina 147, poi rispondo.

In base a quale caratteristica una costa è definita frastagliata o lineare?

Quale aspetto hanno le coste rocciose? E le coste sabbiose?

studio CON METODO

Una spiaggia sul Mar Baltico.

FALESIE

Seleziono le informazioni e sottolineo nel testo con due colori diversi perché le coste alte arretrano e le coste basse avanzano, poi completo.

Costa alta e rocciosa

Costa bassa e sabbiosa

studio CON METODO

possono formarsi i ___________ e poi in seguito una __________

si formano le __________________

Il mare ________________

la roccia (erosione)

Il mare ________________

sedimenti (sedimentazione)

Le Bocche di Bonifacio, in Corsica.

quindi

quindi

la costa __________________

la costa ______________

<

Eden. Il nuovo Geo2030 - volume 1
Eden. Il nuovo Geo2030 - volume 1
L’Italia e l’Europa. Capitoli DEMO: Montagna e collina; Clima