GEOPATRIMONIO - AQUILEIA, TRIESTE E UDINE

GEOPATRIMONI AQUILEIA, TRIESTE E UDINE Il pavimento a mosaico della Basilica di Aquileia. Ad Aquileia sorge una meravigliosa Basilica (XI secolo), costruita su un precedente edificio del IV secolo, del quale custodisce un prezioso pavimento a mosaico, tra le più notevoli testimonianze di mosaico paleocristiano di tutto l Occidente. A Trieste merita una visita la Basilica di San Giusto, sorta nel XIV secolo dall unione di due più antiche chiese romaniche. Presenta una tipica facciata impreziosita da uno splendido rosone ed è in parte sovrastata da un massiccio campanile, che assomiglia al torrione difensivo di un castello. La Basilica custodisce al suo interno bellissimi mosaici risalenti al XII secolo. A Udine la splendida Piazza della Libertà, dominata da un castello cinquecentesco, è circondata da eleganti edifici in stile veneziano: visitandola sembra quasi di tornare nel Rinascimento, tanto è ben conservata. L ECONOMIA Le aree agricole più produttive sono quelle della bassa pianura, dove si coltivano cereali, frutta, barbabietole da zucchero e tabacco; in collina si coltiva la vite, che permette la produzione di ottimi vini. Fiorente è anche l allevamento di bovini e suini; a questi ultimi è legata la produzione del pregiato prosciutto crudo di San Daniele. La pesca è praticata soprattutto nella Laguna di Marano, mentre lungo la Riviera Triestina si allevano mitili e molluschi; nelle acque interne di fiumi e canali sono diffusi gli allevamenti di trote. Nel 1976 un violento terremoto colpì le zone montane del Friuli e la ricostruzione divenne uno stimolo di innovazione e di progresso per l economia. Dopo una profonda crisi che ha colpito l industria negli anni 80, oggi la produttività è di nuovo in crescita: si concentra intorno a Trieste (cantieri navali e industrie siderurgiche, che sono in via di riconversione a causa del loro forte impatto ambientale), Pordenone (industrie meccaniche ed elettroniche) e Udine (cartiere e mobilifici). Vi è stato un forte sviluppo delle piccole e medie imprese, che rappresentano il cuore dell economia friulana, molto sensibili alle innovazioni e alle richieste del mercato italiano e internazionale. Notevole è anche lo sviluppo del terziario, specialmente nel settore della ricerca scientifica e in quello dei servizi finanziari e assicurativi. Il turismo, soprattutto balneare, richiama numerosi villeggianti italiani e stranieri. 38 ATTIVIT ECONOMICHE Popolazione attiva: 72,4% Disoccupati: 5,4% Coltivazioni agrarie Praterie e pascoli Boschi e arbusteti Sterile e incoltivabile Pesca Industria Aeroporti Porti ADDETTI PER SETTORE 66% terziario 31% secondario 3% primario FISSO I CONCETTI Quali sono i prodotti principali dell industria agroalimentare? In quali settori è particolarmente sviluppata l industria?

Eden. Il nuovo Geo2030 - Regioni d’Italia
Eden. Il nuovo Geo2030 - Regioni d’Italia