Il Maraschini-Palma - volume 5

3 Funzioni continue In questo caso la discretezza delle immagini e la continuità di ciò che si vuole rappresentare si confrontano volutamente proprio per una maggiore comprensione dei meccanismi del movimento. In realtà anche le nostre attuali immagini negli smartphone o nel video di un computer danno un apparenza di continuità, pure essendo sostanzialmente discrete: il video di un monitor, infatti, restituisce una immagine come un insieme di pixel, cioè di elementi minimi, distinti per colore, intensità e altre caratteristiche, che sono il prodotto della digitalizzazione dell immagine da rappresentare: più alto è il loro numero e maggiore la sensazione sul monitor di una quasicontinuità dell immagine stessa salvo poi l evidenziarsi dei pixel, come quadratini, nel caso di problemi di connessione. La discretezza delle rappresentazioni per consegnare un immagine complessiva della continuità di ciò che si sta rappresentando ha affascinato anche movimenti pittorici, in particolare nel XIX secolo, durante le molte sperimentazioni della pittura degli Impressionisti, coloro che erano attratti dall emotività della realtà a noi circostante e ne volevano comunicare più il sentimento da essa evocato che la sua fedele riproduzione. Un movimento artistico particolare sviluppatosi in Francia in quel contesto è comunemente riportato come pointillisme (puntinismo termine derivato da point che in italiano si traduce in «punto ). Si sviluppò nella seconda metà del XIX secolo fissando l attenzione proprio sulla contraddizione tra discreto e continuo e però anche sul loro richiamarsi. Riproducevano, infatti, l immagine continua della natura con una tecnica pittorica di tipo discreto, cioè per punti, ponendo uno accanto all altra piccolissime macchie di colore che, solo se osservate a distanza, si ricompongono dando l effetto desiderato. Tra i maggiori esponenti di questo stile vanno ricordati Paul Signac (1863-1935) e George Seurat (1859-1891): di quest ultimo artista ti proponiamo la veduta di un faro: il quadro è del 1886 ed è conservato alla National Gallery of Arts a Washington (vedi fondo pagina). Anche un andamento lineare può svolgersi con continuità, quando tracciamo una linea senza staccare la penna dal foglio, come quando rappresentiamo graficamente la crescita della temperatura dell acqua in una pentola in cui sia immerso un apparecchio termometrico. Oppure può essere rappresentabile con tratti di linea staccati l uno dall altro; o ancora avere un andamento continuo tranne che in uno o più punti come nel grafico di alcune funzioni che abbiamo considerato nelle precedenti unità. Per questo dobbiamo definire rigorosamente che cosa intendiamo quando parliamo di grafico continuo di una funzione. G. Seurat, The lighthouse at Honfleur, 1886, National Gallery of Arts, Washington DC. 155

Il Maraschini-Palma - volume 5
Il Maraschini-Palma - volume 5