3. Valutazione dello stato nutrizionale

3. Valutazione dello stato nutrizionale Lo stato nutrizionale ( nutritional status) di un individuo è il risultato della relazione tra il fabbisogno dell individuo di nutrienti ed energia e le quantità assunte. Questa de nizione mette in evidenza gli e etti della dieta sulla salute delle persone. La valutazione dello stato nutrizionale ha lo scopo di identi care i soggetti che presentano eccessi o carenze nutrizionali e viene fatta attraverso l analisi di alcuni dati come la composizione corporea, l indice di massa corporea, la circonferenza vita ecc. Lo stato nutrizionale dipende da diversi fattori: bilancio energetico (positivo, negativo, pari); fattori biologici (sesso, età, e cienza metabolica); stato di salute (malattie); fattori psicologici (percezione del proprio corpo, rifugio nel cibo); fattori sociali (abitudini alimentari, disponibilità economica, reperibilità del cibo). Il peso e la composizione corporea GLOSSARIO adipocita adipocyte Cellula che si occupa di sintetizzare, accumulare e cedere lipidi e che quindi costituisce la massa grassa del corpo. detta anche cellula adiposa. Il peso corporeo è il risultato tangibile del bilancio energetico; carenze ed eccessi calorici associati a una vita sedentaria o, al contrario, un intensa attività sica si traducono generalmente in un peso eccessivo o ridotto. Tuttavia questa grandezza non fornisce informazioni sulla composizione corporea. Il modello più accreditato ripartisce la composizione corporea come segue. 1. La massa magra è la parte che rappresenta circa l 80-85% del peso del corpo ed è costituita da muscoli, liquidi corporei, scheletro, organi interni ecc.; rappresenta la parte metabolicamente attiva e pertanto incide positivamente sul metabolismo basale. 2. La massa grassa, che rappresenta il 20-25% del peso, è costituita da grasso di riserva, a sua volta distinto in sottocutaneo (cioè posto sotto la pelle), viscerale (che protegge gli organi), ed essenziale (presente nel tessuto cerebrale e negli organi, e necessario per il corretto funzionamento dell organismo). La quantità di grasso corporeo varia con l età; in particolare, con l avanzare degli anni la quantità di grasso viscerale aumenta. Occorre però ricordare che in età adulta quello che aumenta non è il numero di adipociti ma il loro volume; in fase di crescita invece ingrassando è il numero di adipociti ad aumentare notevolmente. Per questo motivo è bene evitare condizioni di sovrappeso in età infantile e durante l adolescenza, poiché le probabilità di una successiva perdita di peso diminuiscono. Valutazione della composizione corporea Esistono di erenti metodi per misurare la composizione corporea, tra cui la plicometria, la bioimpedenziometria e l adipometria, e metodi più so sticati ma complicati come l assorbimetria a raggi X a doppia energia (DEXA) e la pesata idrostatica. La plicometria consiste nella misurazione delle pliche cutanee, ovvero dello spessore del grasso sottocutaneo in speci ci punti del corpo mediante uno strumento chiamato plicometro. Dalle misure ottenute, utilizzando opportune equazioni, si risale alla percentuale di grasso corporeo. Il metodo è veloce ed economico ma necessita di operatori esperti. 360 UDA 7 Alimentazione equilibrata e stili alimentari

Obiettivo alimentazione
Obiettivo alimentazione
Per il secondo biennio