Obiettivo alimentazione

Il tuorlo ( yolk) è di colore arancio più o meno intenso in base all alimentazione della gallina ed è separato dall albume mediante la membrana vitellina. composto per poco più del 50% da acqua, da un 30% di lipidi, tra i quali trigliceridi costituiti da acidi grassi prevalentemente insaturi, lecitine, fosfolipidi e steroli, e da un 16% di proteine legate al fosforo (fosfoproteine), tra le quali ovovitellina e fosvitina. inoltre ricco di vitamine, in particolare A, D, B1, B2, PP, B12 e sali minerali come il calcio. FISSA I CONCETTI La composizione chimica delle uova UOVA GUSCIO ALBUME carbonato di calcio TUORLO 88% di acqua 10% di proteine ad alto valore biologico piccole quantità di zuccheri e sali minerali 50% di acqua 30% di lipidi 16% di proteine vitamine A, D, B1, B2, PP, B12, calcio Il processo produttivo FISSA I CONCETTI La filiera delle uova DEPOSIZIONE UOVA Le uova vengono deposte dalle galline all interno delle aziende avicole, che possono variare molto per dimensione e tipologia di allevamento. Si parla infatti di allevamento in gabbia o in batteria, di allevamento a terra, di allevamento all aperto e di allevamento biologico. In Europa dal 1° gennaio 2012 vige il divieto di allevamento in batteria convenzionale, e si richiede l utilizzo di gabbie provviste di spazio sufficiente per soddisfare i bisogni fisiologici degli animali. Modalità di allevamento Allevamento in gabbia o in batteria selezione imballaggio ed etichettatura controllo qualità DISTRIBUZIONE 150 in gabbie di dimensioni ridotte spazi minimi luce artificiale resa in uova massimizzata modalità di allevamento crudele Allevamento a terra all interno di grandi capannoni spazi limitati rischio di diffusione di malattie Allevamento all aperto le galline possono spostarsi dal capannone a spazi all aperto in base alle proprie esigenze Allevamento biologico all interno di pollai galli e galline vivono insieme spazi ampi animali nutriti con cereali e mais senza l impiego di OGM Alla deposizione delle uova segue un processo di selezione, in cui quelle che presentano dei difetti vengono scartate, mentre le altre vengono suddivise nelle diverse categorie commerciali in base alle caratteristiche che presentano. Seguono l imballo e l etichettatura, che deve seguire specifiche regole, poi un controllo di qualità e la distribuzione. UDA 3 Alimenti di origine animale

Obiettivo alimentazione
Obiettivo alimentazione
Per il secondo biennio